Variante alla statale 16, vent’anni di attesa e si allungano i tempi: slitta il vertice Comune-Anas - Non c’è accordo sul tracciato della strada che dovrà decongestionare la riviera
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 28/02

Variante alla statale 16, vent’anni di attesa e si allungano i tempi: slitta il vertice Comune-Anas

Non c’è accordo sul tracciato della strada che dovrà decongestionare la riviera

Il vicesindaco di Vasto, Giuseppe Forte, con la cartina della variante che non piace all'amministrazione comunaleÈ slittato a data da destinarsi l'incontro tra il Comune di Vasto e l'Anas per trovare un accordo sul variante alla statale 16. Si allungano i tempi di realizzazione dell'opera pubblica attesa da vent'anni per decongestionare il litorale di Vasto e di San Salvo. 

Contrasti - Il viadotto non s'ha da fare. Il Comune di Vasto non vuole la variante progettata dall'Anas, che sposterebbe di poche centinaia di metri (in alcuni punti anche di poche decine) la statale 16

Nel mirino dell'amministrazione comunale è finito già da mesi il ponte progettato dai tecnici della società che gestisce le strade statali: un cavalcavia che, dal litorale di località Trave, scavalcherebbe l'Istonia (la strada provinciale che collega la città alta a Vasto Marina) e porterebbe lo smog a ridosso della balconata orientale del centro storico. Una soluzione, quella proposta dall'Anas, osteggiata non solo da Giunta e maggioranza di centrosinistra, ma anche dall'opposizione. Un no unanime del mondo politico locale.

Un progetto finanziato con 87 milioni di euro, ma il Comune di Vasto vuole cambiarlo, tornando a sostenere la costruzione di una tangenziale che aggiri l'intero centro abitato. L'altro Comune interessato, San Salvo, invece vuole accelerare per evitare di perdere il finanziamento che, se non si trovasse un accordo, potrebbe finire nel Teramano, dove pure è necessaria una variante. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi