Emergenza cinghiali, i dissuasori non convincono gli agricoltori: "Non risolvono i problemi" - Incidenti e campagne devastate, il Comune chiede fondi per comprare i dispositivi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 27/02

Emergenza cinghiali, i dissuasori non convincono gli agricoltori: "Non risolvono i problemi"

Incidenti e campagne devastate, il Comune chiede fondi per comprare i dispositivi

Vasto: campagna devastata dai cinghialiNon convincono gli agricoltori i dissuasori ottici e acustici che il Comune di Vasto vuole installare lungo le strade per allontanare i cinghiali e scongiurare centinaia di incidenti.

Dopo l'incontro tra l'assessore regionale all'Ambiente, Emanuele Imprudente [LEGGI], e oltre 200 coltivatori diretti e cacciatori, rimasti delusi dall'assenza di provvedimenti risolutivi, l'amministrazione comunale ha annunciato la sua iniziativa: chiedere alla Regione finanziamenti per acquistare dispositivi di allontanamento della fauna selvatica per tutelare l'incolumità degli automobilisti [LEGGI].

Secondo Michele Bosco, presidente del comitato Terre di Punta Aderci, non basta: "L'iniziativa è positiva, ma non risolve il problema. L'installazione dei dissuasori può ridurre lievemente il numero degli incidenti, ma gli animali selvatici possono facilmente aggirare gli ostacoli e attraversare ugualmente le strade e devastare le campagne", afferma il responsabile dell'associazione che raggruppa proprietari di terreni agricoli e automobilisti. "All'inizio avremo qualche vantaggio, ma di breve durata e comunque non risolutivo, perché i campi coltivati non vengono preservati e comunque l'animale si abitua a riconoscere i dispositivi e ad evitarli. Inoltre, anche riguardo agli incidenti d'auto, i benefici sarebbero minimi e temporanei: non credo che le pubbliche amministrazioni abbiano abbastanza soldi per mettere in sicurezza tutta la rete stradale minacciata dall'attraversamento degli ungulati". Per gli agricoltori, l'unica soluzione è l'abbattimento.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi