Edmondo Laudazi: "Potenziare il servizio del 118 con la video consulenza in chat" - In un comunicato stampa, la proposta dell’esponente de Il Nuovo Faro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 26/02

Edmondo Laudazi: "Potenziare il servizio del 118 con la video consulenza in chat"

In un comunicato stampa, la proposta dell’esponente de Il Nuovo Faro

Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro)Edmondo Laudazi, esponente de Il Nuovo Faro, propone, in un comunicato stampa, "il potenziamento, anche in Abruzzo del servizio di emergenza sanitaria del 118, come sta avvenendo in molte regioni".

"Si tratta", come spiegato nella nota, "di introdurre una funzionalità importantissima ed innovativa che permetta ad ogni cittadino del nostro territorio, di collegarsi in videochat con la centrale operativa del 118, attraverso una apposita applicazione del proprio smartphone. Durante la chiamata telefonica di allertamento, l'operatore della centrale sanitaria potrà inviare un sms gratuito autoconfigurante al chiamante e potrà essere avviata una videochiamata per fornire elementi più precisi sulle condizioni di una persona che necessiti di soccorso urgente, che manifesti dei sintomi preoccupanti di ordine sanitario o che evidenzi la scena di un incidente stradale al fine di guidare lo stesso utente nel caso vi siano delle manovre salvavita da compiere . In questo caso potrà essere ottimizzato l'invio urgente dei mezzi di soccorso, dalla base alla Tango o alla Tango-Echo (elisoccorso), anche attraverso l'individuazione GPS della località da cui proviene la chiamata. Il servizio potrà essere ovviamente gratuito e potrebbe essere attivato con un impegno di risorse economiche e funzionali estremamente limitate e in tempi assai brevi".

"È inutile sottolineare come l'introduzione di un tale servizio di videoconsulenza in chat potrebbe essere d'aiuto in questa delicata fase di screening influenzale che consiglia di risolvere, a domicilio e senza spostamenti, l’avvio di un intervento di sostegno alla possibile insorgenza di un evento infettivo da effettuarsi senza l’intasamento dei pronto soccorso ospedaliero." Concludendo il comunicato, Laudazi si rivolge all'assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì e al direttore della Asl 2 Lanciano-Vasto-Chieti, Thomas Schael invitandoli ad "annotare questa proposta per le eventuali valutazioni e per gli adempimenti a sostegno della salute dei cittadini abruzzesi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi