Il Comune chiude la pista ciclabile di vallone Lebba a tempo indeterminato - L’ordinanza firmata ieri
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 25/02

Il Comune chiude la pista ciclabile di vallone Lebba a tempo indeterminato

L’ordinanza firmata ieri

Alla fine la pista ciclabile di Vallone Lebba chiude a tempo indeterminato. È di ieri l'ordinanza del Comune di Vasto che vieta la percorrenza del tracciato per tutelare la pubblica incolumità. A sollecitare il provvedimento era stato nei giorni scorsi Carlo Centorami di Vasto Libera che citava la relazione dei vigili urbani [LEGGI].

Su quella stessa dettagliata relazione si basa l'ordinanza. Nel documento redatto dagli agenti della polizia locale si può leggere come le criticità principali riguardino "il fondo stradale, la presenza di una ricca e abbondante vegetazione spontanea ai lati ed al centro della carreggiata, la presenza di assi di legno sradicati dalla staccionata che delimita il percorso naturalistico e delimita l’alveo del torrente Lebba".

"Oggettivamente – dichiara il vicesindaco Giuseppe Forte che ha firmato l’ordinanza – le condizioni della pista ciclabile costituiscono una situazione di pericolo e mettono a rischio la incolumità dei numerosi fruitori. Motivazioni che, dopo un’attenta riflessione fatta anche con i competenti uffici comunali, ci hanno indotto a emanare un provvedimento a tutela della pubblica incolumità. In questi giorni l’amministrazione comunale di Vasto ha avviato una interlocuzione anche con i responsabili del Consorzio di Bonifica Sud di Vasto al fine di intercettare le risorse necessarie per ripristinare le condizioni di sicurezza di un tracciato stradale molto apprezzato da quanti preferiscono muoversi in bici o passeggiare a piedi in un ambiente agreste ricco di fascino".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi