CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 22/02/2020

Il progetto Sycamore e l’esperienza di Gabriele Tumini raccontati da suor Smerilli su Rai1

Storie vastesi nella puntata di "Le ragioni della Speranza"

Il progetto Sycamore, con la scuola popolare di economia civile, e l'esperienza imprenditoriale di Gabriele Tumini, sono stati i protagonisti della puntata di oggi di "Le ragioni della speranza", rubrica condotta da suor Alessandra Smerilli all'interno del programma A Sua Immagine. La religiosa ed economista vastese, per commentare il Vangelo della domenica alla luce di esperienze economiche, ha scelto di fare tappa nella sua città. 

Nei giardini napoletani e nel museo di Palazzo d'Avalos, suor Smerilli ha incontrato Mirella Sansiviero, responsabile della scuola popolare di economia civile che ha raccontato del progetto Sycamore. Ci sono state anche le testimonianze di due imprenditori, Fabio Iacovanelli e Ornella Seca, che hanno abbracciato pienamente questa causa.

E poi, con le immagini Punta Penna e di un trabocco, l'incontro con l'imprenditore Gabriele Tumini. Nella sua testimonianza il racconto di un momento difficile attraversato nel corso della sua attività. Tumini ha raccontato anche come la sua azienda sia da sempre attenta all'ambiente e aperta all'integrazione di operai provenienti da situazioni difficili.

Suor Smerilli, attraverso i passi del Vangelo di questa domenica, ha narrato le storie incontrate dando un profondo messaggio che guarda all'economia sostenibile e al bene comune.

Per rivedere la puntata [CLICCA QUI - dal minuto 20]

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi