Accertamenti coronavirus, 17enne di Lanciano ricoverata a Vasto, Regione: "Non c’è allarme" - La ragazza è tornata di recente da Padova. I tamponi sono stati inviati a Pescara
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 22/02

Accertamenti coronavirus, 17enne di Lanciano ricoverata a Vasto, Regione: "Non c’è allarme"

La ragazza è tornata di recente da Padova. I tamponi sono stati inviati a Pescara

Una ragazza è stata trasferita oggi pomeriggio a Vasto dall’ospedale di Lanciano a scopo precauzionale. 

La 17enne che ha riferito di essere di ritorno da Padova (dove ha trascorso un soggiorno dal 3 al 16 febbraio) si è presentata spontaneamente (accompagnata da un familiare con mezzi propri e non in ambulanza) nel primo pomeriggio di oggi al pronto soccorso dell’ospedale di Lanciano, accusando tosse e febbre.

"A scopo precauzionale – spiega una nota della Regione –, i sanitari ne hanno disposto il trasferimento all’ospedale di Vasto, dove sarà trattenuta in isolamento nel reparto di Malattie infettive in attesa dei risultati del tampone per il Covid 19 (i campioni sono stati inviati al laboratorio di riferimento di Pescara), che dovrebbero arrivare nel corso della nottata. Le sue condizioni generali non destano preoccupazione e non presenta particolari problemi respiratori".

La Regione ha fatto sapere attualmente non c'è nessun rischio né allarme e che diramerà comunicati per tenere informata la popolazione.

Dal momento della notizia del trasferimento al San Pio è stato attivato il protocollo previsto per questi casi. All'ospedale di Vasto, seguendo le disposizioni nazionali, il personale era già pronto ad affrontare una situazione del genere. La giovane è arrivata in ambulanza, accompagnata da personale sanitario munito di tutte le protezioni ed è stata accompagnata in reparto attraverso un percorso segnalato.

Per motivi precauzionali, nell'immediatezza dell'arrivo della ragazza, è stato limitato l'accesso agli esterni al San Pio, se non per motivi strettamente necessari. Ora la situazione è tornata alla normalità

In serata sono poi arrivati i risultati degli esami che hanno dato esito negativo >>> LEGGI 

LE INDICAZIONI DEL MINISTERO DELLA SALUTE >>> CLICCA QUI

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi