Sigismondi: "Porto, promesse mantenute. Io candidato sindaco? Ora sto facendo altro" - Il segretario regionale di FdI replica alla polemica del M5S
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 20/02

Sigismondi: "Porto, promesse mantenute. Io candidato sindaco? Ora sto facendo altro"

Il segretario regionale di FdI replica alla polemica del M5S

Etelwardo Sigismondi (FdI)Campagna elettorale? No, "promessa mantenuta". Candidato sindaco? "Ora sto facendo altro e nel centrodestra ci sono diverse personalità che possono candidarsi". Etelwardo Sigismondi risponde così alle due domande sull'annuncio dei 12 milioni di euro per il porto di Vasto. Soldi che serviranno per tre lavori: ridurre il molo martello, allargare la banchina di levante da 60 a 85 metri e allungare il molo di sopraflutto per riparare il bacino di Punta Penna dalle correnti marine. 

Sigismondi, che è segretario regionale di Fratelli d'Italia e capo della segreteria del presidente della Regione, Marco Marsilio, risponde alle critiche di Pietro Smargiassi del Movimento 5 Stelle: "Viene da pensare che annunci come questo abbiano il primario obiettivo di soddisfare gli appetiti politici di Etel Sigismondi, probabilmente lanciato verso la candidatura a sindaco di Vasto alle prossime elezioni amministrative", ha commentato il consigliere regionale pentastellato definendo il 12 milioni "niente più che briciole per gli obiettivi sbandierati davanti alle telecamere" [LEGGI].

"Quello di ieri - replica Sigismondi - è stato un importante gesto dell'amministrazione regionale, che ha invertito la tendenza rispetto al passato, quando i fondi venivano spostati su altre realtà portuali. Invece di polemizzare, Smargiassi può contribuire allo sviluppo del porto di Punta Penna avviando un dialogo col viceministro Giancarlo Cancelleri, visto che entrambi appartengono al Movimento 5 Stelle, e avrebbe potuto farlo in passato con l'ex ministro Danilo Toninelli. Non va sminuito questo atto, importante per la città e il territorio, che ci consente di mantenere una promessa della campagna elettorale: il potenziamento del porto di Vasto. Non vedo perché ricondurre tutto al livello elettorale. Forse Smargiassi mi sogna di notte, ma sul candidato sindaco del centrodestra può stare sereno: a breve la coalizione si riunirà proprio in merito alle elezioni di Vasto. Io candidato sindaco? Ora sto facendo altro. Ritengo che su Vasto ci siano diverse personalità che possono candidarsi a sindaco. Ma non è questo il punto. Mi aspettavo che, sull'importante obiettivo del potenziamento del porto, tutti facessero squadra, come ho fatto io quando mi sono recato dal sottosegretario Gianluca Castaldi a cercare insieme risorse per il territorio. Vedo - contrattacca Sigismondi - che nel Movimento 5 Stelle non ci sono ancora maturità e capacità di governo. E lo dimostrano i risultati elettorali in calo". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi