Artificieri fanno brillare ordigno a Lentella, ignoti hanno provato a manometterlo con una mola - Intervento degli artificieri di Foggia
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lentella   Cronaca 17/02

Artificieri fanno brillare ordigno a Lentella, ignoti hanno provato a manometterlo con una mola

Intervento degli artificieri di Foggia

Il proiettile con il taglio ben visibileÈ stato fatto brillare l'ordigno della Seconda Guerra Mondiale rinvenuto a Lentella all'inizio del mese di dicembre: una chiamata anonima aveva informato i carabinieri della vicina stazione di Fresagrandinaria [LEGGI]. 

Nel piccolo comune del Vastese, stamattina, sono intervenuti gli artificieri dell'11° Reggimento Genio guastatori di Foggia supportati dai carabinieri di Fresagrandinaria e da un mezzo del 118. Presente alle varie operazioni anche il sindaco Carlo Moro.
Il proiettile perforante anticarro è stato ritrovato in un appezzamento di terreno nel centro abitato del paese tra via Sant'Antonio e via Palmiro Togliatti.

Gli artificieri hanno confermato che il proiettile conteneva ancora esplosivo, ma, soprattutto, hanno rilevato come ignoti abbiano provato a staccare la parte esplosiva probabilmente con una mola a disco; il taglio era ben visibile, difficile datarlo (ricorda molto l'opera dei recuperanti, coloro che cercavano reperti bellici subito dopo la Seconda Guerra Mondiale per rivenderne il metallo e, in tempi più attuali, per collezionismo e commercio). Circostanza questa che ha sorpreso non poco i militari per l'alto rischio che ha corso l'autore del tentativo. Il personale intervenuto ha più volte sottolineato come fosse fuori di dubbio una manomissione, riuscita o meno, dell'ordigno. Gli stessi hanno ricordato che in presenza di residuati bellici è assolutamente sconsigliato maneggiarli.

Una volta prelevato, il proiettile è stato trasportato nella cava di argilla della Laterlite dove è stato fatto brillare.

Guarda le foto

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi