CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Carpineto Sinello   Cronaca 03/02/2020

Incendio di Carpineto partito da un terreno privato, agricoltore rischia da 1 a 5 anni di reclusione

Lo hanno accertato i carabinieri forestali

L'incendio boschivo dello scorso 5 gennaio a Carpineto Sinello è partito dalle fiamme appiccate per ripulire un vicino terreno. È quanto hanno accertato i militari della stazione carabinieri forestali di Gissi. 

Il rogo aveva interessato 19 ettari di cui 4 boschivi e 15 incolti o seminativi; per spegnerlo tre squadre di vigili del fuoco hanno dovuto faticare non poco a causa del forte vento di quella sera che rischiava di spingere le fiamme verso le abitazioni di località "Policorvo". Nei giorni seguenti, i carabinieri forestali di Gissi hanno svolto attività-info investigativa e d’indagine tecnica per risalire alle cause del rogo e al responsabile. 

"Per individuare l’area e il punto d’insorgenza dell’incendio – spiegano i militari – si è impiegato il Metodo delle Evidenze Fisiche (M.E.F.), protocollo operativo che si basa su modelli geometrici di propagazione e indicatori. L’intera superficie percorsa dal fuoco è stata perlustrata e perimetrata dai militari in cerca delle tracce sulla vegetazione e sul terreno che indicassero le modalità del passaggio del fuoco". 

"È seguita una complessa attività di valutazione e analisi dei diversi indicatori. In particolare i carabinieri forestali attraverso il M.E.F. sono riusciti a determinare l’esatto punto di insorgenza delle fiamme, corrispondente ad un focolaio acceso per ripulire un terreno incolto. Gli investigatori hanno stabilito la causa che ha provocato l’incendio tramite un processo di validazione, documentando le relazioni esistenti tra prove materiali e testimonianze  raccolte durante l’investigazione. Da qui sono iniziati gli accertamenti per risalire all’identità del responsabile che è risultato essere il conduttore del fondo agricolo da cui si sono propagate le fiamme. La persona ritenuta responsabile del rogo è stata deferita alla Procura della Repubblica di Vasto per incendio boschivo colposo e rischia una condanna da uno a cinque anni di reclusione, come previsto dall’articolo 423 bis, secondo comma, del Codice penale". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi