Casalbordino, rintracciato l’ennesimo incivile: dovrà pagare e pulire - I controlli della polizia locale
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Casalbordino, rintracciato l’ennesimo incivile: dovrà pagare e pulire

I controlli della polizia locale

Ha abbandonato contenitori di vernici, plastica e altri rifiuti in località Lido di Casalbordino, ora dovrà pagare e pulire. La polizia locale di Casalbordino in collaborazione con la protezione civile "Madonna dell'Assunta" continua l'opera di contrasto all'abbandono dell'immondizia nel territorio ed è riuscita a risalire all'incivile autore dell'ultimo scarico. Questo ora dovrà pagare una sanzione e ripristinare i luoghi ripulendo l'area e conferendo correttamente quanto scaricato.

L'abbandono illecito è una piaga che ormai accomuna un po' tutti i centri del Vastese. Anche a Casalbordino nelle zone poco frequentate è possibile trovare tv, sedie,  materassi, sanitari, ecc. Il Comune ricorda che i rifiuti ingombranti possono essere conferiti nel centro di raccolta in contrada Selvotta (aperto il mercoledì dalle 15 alle 19).

"I controlli – fanno sapere dal comando della polizia locale – continueranno senza sosta. Si invita la cittadinanza a segnalare alle autorità competenti eventuali comportamenti scorretti nel conferimento rifiuti. Si ricorda che l’abbandono rifiuti è reato e può costare caro. Chi abbandona rifiuti in strada o ovunque lontano dalle zone predisposte alla raccolta dell’immondizia, rischia multe salate: fino a 3.000 euro nei casi più gravi". La protezione civile aggiunge: "Facciamo appello al buon senso civile. Se vogliamo una città pulita, dobbiamo essere noi i primi a rispettare l’ambiente".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi