Vasto Marina, faccia a faccia con due ladri incappucciati in camera da letto - L’episodio nel tardo pomeriggio di ieri
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 19/01

Vasto Marina, faccia a faccia con due ladri incappucciati in camera da letto

L’episodio nel tardo pomeriggio di ieri

Via PonenteA tu per tu con i ladri in camera da letto. È successo nel tardo pomeriggio di ieri a Vasto Marina in un appartamento di via Ponente.

A raccontarlo a zonalocale.it è il protagonista della brutta esperienza, O.M.: "Ero seduto a guardare la televisione, quando, intorno alle 19, ho sentito dei rumori provenire dalla camera da letto. Inizialmente ho pensato che il vento avesse fatto sbattere la porta. Ho sentito il cane abbaiare e sono andato a vedere. Quando ho aperto la porta, c'erano due ladri incappucciati con le torce e qualcosa di appuntito che hanno usato per scardinare la finestra. Alle mie urla sono scappati. Un testimone ha visto i due ragazzi salire su una Lancia Delta di colore scuro sulla quale c'era un'altra persona ad aspettare, è fuggita sulla Statale 16 in direzione San Salvo".

I ladri non hanno avuto il tempo di rubare niente, ma lo spavento è stato comprensibilmente grande: "Probabilmente pensavano che non ci fosse nessuno in casa. Sicuramente tenevano sott'occhio l'appartamento. Io abito al primo piano, hanno dovuto scavalcare per salire sul mio balcone. Con due luci e videosorveglianza non sarebbe successo. Sono stato fortunato ad averli scoperti al momento del loro ingresso perché, se mi trovavano sul divano indifeso, non so cosa sarebbe accaduto".

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di San Salvo che hanno accertato come la finestra della camera da letto fosse stata forzata. Stamattina, la vittima del tentato furto dovrà recarsi in caserma per presentare la denuncia.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi