Sicurezza in montagna: nella sede del Cai l’incontro con gli esperti - Appuntamento sabato 18 gennaio nella sala conferenze del Cai Vasto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 16/01

Sicurezza in montagna: nella sede del Cai l’incontro con gli esperti

Appuntamento sabato 18 gennaio nella sala conferenze del Cai Vasto

Dopo i tragici incidenti che hanno funestato le montagne dell’Appennino Centrale, tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, il Cai di Vasto ha deciso di organizzare un corso sulla Sicurezza in montagna per sensibilizzare tutti i frequentatori e gli appassionati di montagna sui pericoli connessi a questo ambiente, soprattutto nella stagione invernale. Sabato 18 gennaio, alle 18, nella sala conferenze dell'associazione in via delle Cisterne 4, ci sarà l'incontro con Massimo Prisciandaro (Presidente della Commissione Regionale Escursionismo del CAI Abruzzo) e Giuseppe Celenza, (Direttore Scuola Regionale di Escursionismo del CAI Abruzzo e componente della Scuola Centrale di Escursionismo del CAI).

"Parlare di pericoli e di prevenzione degli incidenti in montagna non è mai facile - spiegano gli organizzatori -, soprattutto in un’epoca in cui grazie ai mezzi di comunicazione di massa c’è la tendenza a banalizzare tante cose, compresa la montagna che da molti continua ad essere percepita come un banale terreno di gioco da frequentare senza la corretta preparazione fisica, tecnica e senza un equipaggiamento adeguato; basti solo pensare che purtroppo, in questi ultimi anni, i dati relativi agli incidenti e agli interventi di soccorso sono in costante aumento.

Il CAI ed il Soccorso Alpino (CNSAS), da sempre impegnati in prima linea nella formazione dei propri titolati e tecnici sulle tematiche relative alla sicurezza  e alla  prevenzione degli incidenti, ritengono che una frequentazione consapevole della montagna si ottenga anche attraverso eventi di questo tipo e con una maggiore comunicazione sul territorio, attraverso tutte le strutture preposte (Sezioni CAI, Scuole di Escursionismo, Alpinismo,…).  

La serata porrà l’attenzione su quelli che sono i pericoli oggettivi e soggettivi legati all’ambiente montano e fornirà una serie di spunti di riflessione su alcune metodologie e comportamenti che è possibile adottare e mettere in atto nel corso delle escursioni per ridurre il rischio di incidenti.

Si parlerà soprattutto dei rischi relativi alla montagna nel periodo invernale, del pericolo valanghe e di come valutare quei pendii che per loro conformazione e morfologia sono più soggetti a scarichi valanghivi. Nel corso della serata saranno inoltre illustrati gli strumenti che ogni escursionista dovrebbe avere sul proprio smartphone, in particolare verrà posta l’attenzione sull’applicazione GeoResq, sviluppata dal Soccorso Alpino e gratuita per tutti i soci CAI, attraverso la quale è possibile allertare i soccorsi anche in zone impervie di alta montagna". 

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi