I gruppi di cantori rallegrano la città con il tradizionale canto de Lu Sand’Andunie - La tradizione portata avanti da "Vasto com’era" e comitiva Il Cavaliere
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Eventi 16/01

I gruppi di cantori rallegrano la città con il tradizionale canto de Lu Sand’Andunie

La tradizione portata avanti da "Vasto com’era" e comitiva Il Cavaliere

Gennaio è un mese segnato dai canti popolari che segnano, in versi e musica, i giorni di festa e le ricorrenze dei Santi. E così, dopo il Capodanno e la Pasquetta (alla vigilia dell'Epifania), il 16 gennaio, vigilia della festa di Sant'Antonio abate, protettore degli animali, i gruppi di cantori percorrono le vie della città intonanto il canto che racconta in maniera piuttosto divertente, le vicende del monaco di Coma e le sue lotte con il demonio. Quest'anno a Vasto, sono stati due i gruppi di cantori ad intonare Lu Sand’Andunie. Il gruppo Vasto com'era ha iniziato il suo percorso dalla chiesa di Sant'Antonio di Padova e la comitiva il Cavaliere con la prima esibizione in piazza San Pietro. Come sempre un buon numero di partecipanti, tra voci e strumenti, ha contribuito a creare un clima di festa nel segno della tradizione.

IL GRUPPO VASTO COM'ERA

LA COMITIVA IL CAVALIERE

Il canto dedicato a Sant'Antonio è formato da ben 17 strofe anche se, nella maggior parte dei casi, ne vengono cantate una decina. Il poeta vastese Fernando D'Annunzio in questi giorni ha pubblicato una versione aggiornata con una corretta trascrizione dialettale.

Lu Sand’Andunie
(testo riscritto da Fernando D'Annunzio)
1

Bona sére a tutte quènde
Bona ggènda cristijäne;
Bona sére allecramènte
Ca vi dèiche ch'è dumäne.
Rit.: Sand'Andunie binidatte...
Sand'Andunie binidatte
Nghi la mâzz' e lu purcatte.
Sand'Andunie binidatte
Nghi la mâzz' e lu purcatte.
2
Li parind' a Sand'Andunie
Li vuléven' accasäje;
Ma lu Sânde pènze bbéne
E a lu disèrte si ni và’.
Rit.: Pi' n' avé' la siccatìure...
Pi ' n' avé' la siccatìure
D'alluvà' li crijatìure.
(si ripetono ultimi 2 versi)
3
E cambânne da rumèite
Va' lu cèfer' a tindârle
Li disfèit' a 'na partèite ...
Ma lu sânde poche pârle.
Rit.: Li vichéle scole chîlme...
Li vichèle scole chîlme
E lu cèfre manne hîlme.
(si ripetono ultimi 2 versi)
4
A la câssce Sand'Andunie
Ci tiné’ ddu caracèine;
Annaschìusce lu dumonie
L'assimäv' ògne matèine.
Rit.: Sand'Andunie ci li tôppe...
Sand'Andunie ci li tôppe
E i fa' sunà' la grôppe.
(si ripetono ultimi 2 versi)
5
Sand'Andunie aripizzäve
Nghi la sibber' e nghi l'äche;
Lu dumonie i štuccuäve
Mo lu ràife e mo lu späche.
Rit.: Sand'Andunie ci li tôppe...
Sand'Andunie ci li tôppe
E j' ammàine gné nu bbojje.
(si ripetono ultimi 2 versi)
6
Pi' suspètte lu dumônie
J' arimmocche la pignéte;
'Ngifirèite Sand'Andunie
Ti l'aggrâpp' a vvij' arréte.
Rit.: L'appindàune a nu curnuècchie...
L'appindàune a nu curnuèacchie
E ji màcceche 'na racchie.
(si ripetono ultimi 2 versi)
7
'Na matèine Sand'Andunie
Si magnä' du taijulèine;
Zitti zètte lu dumonie
I sbascèsce la fircèine.
Rit.: E lu sânde nin zi 'ngânne...
E lu sânde nin zi 'ngânne
Nghi li méne si li mâgne.
(si ripetono ultimi 2 versi)
8
Ma dapù chi ci aripènze
Pi' li corne ti l'affèrre;
Nghi na vîss' a vija'nnènze
Li fa ji' di cule 'ndèrre.
Rit.: ‘Mbètte ‘i piânde nu hunùcchie...
‘Mbètte ‘i piânde nu hunùcchie
E daféure i fa 'sci’ l'ucchie.
(si ripetono ultimi 2 versi)
9
Sand'Andunie nghi la mbîsse
Jav' a ccâcce a ciammajjèiche;
Lu dumonie nghi 'na vîsse
Li fa ji' sopr' a l'ardèiche.
Rit.: Sand'Andunie ci si štèzze...
Sand'Andunie ci si štèzze
Gnè nu cèfere s'arrèzze.
(si ripetono ultimi 2 versi)
10
Arrizzéte Sand'Andunie
Nghi l'ardèiche fa nu fâsce;
E acchiappäte lu dumonie
Prèim' annènde l'arimbâsce.
Rit.: Po' vuddät' a ppart' arréte...
Po' vuddät' a ppart' arréte
Ji li štrìusce a lu sucréte.
(si ripetono ultimi 2 versi)
11
Lu dumonie a tanda huéje
Pi’ n' zi fa' cchiù 'rruvunéje;
Dèice: Ndu' vi’ ch'è nu schèrze
'N' di li tojje 'a la dimmèrze.
Rit.: E lu sânde: Pure jèjje...
E lu sânde: Pure jèjje
L'àjje fâtte pi' pascèje.
(si ripetono ultimi 2 versi)
12
Sand'Andunie huatte huâtte
Jav' a ffäje nu busagne;
Lu dumonie da 'na frâtte
I smiccéve la vrivagne.
Rit.: Lu rumèite si n’addàune...
Lu rumèite si n’addàune
E j' ammolle lu gruppuàune.
(si ripetono ultimi 2 versi)
13
'N' addra vôdde si va ‘ mmatte
A ffa’ a lôtte nghi lu sânde;
Lu rumèite ti l'ahhuânde
Ti li matt' a cocce satte.
Rit.: E nghi l'âcche di cutèine...
E nghi l'âcche di cutèine
Ji li fä nu lavatèine.
(si ripetono ultimi 2 versi)
14
Lu dumonie pi currèive
I va a 'ccèite lu purcatte;
Sand'Andunie vive vèive
Si li scorce a la bbassatte.
Rit.: Nghi la pèlle loche lèuche...
Nghi la pèlle loche lèuche
Ci si fä ddu bbille chièuchie.
(si ripetono ultimi 2 versi)
15
Lu dumonie scurtucuäte
Ni lassäv' a ji' ppritânne;
Sand'Andunie dispiräte
Pi' purcille si li scânne.
Rit.: Si li spèzz, si li säle...
Si li spèzz, si li säle
E ci fä bon Carniväle.
(si ripetono ultimi 2 versi)
16
S' àjje dètte 'šta šturièlle
È pi' rèss' arihaläte;
Figatèzze, cuštatèlle
Saggicciutt' e sangunäte.
Rit.: Chi mi dä' lu pôrche säne...
Chi mi dä' lu pôrche säne
Sci’ bbindatte chi li mäne.
(si ripetono ultimi 2 versi)
17
Nghi ‘šta néuve che vi pôrte
E firnìute lu cuandäje;
Arrapèteme 'ssi pôrte
Ca mi vujj' ariscalläje.
Rit.: Ca 'štu fradde malidatte...
Ca 'štu fradde malidatte
Mi fa' sbâtte li hangatte.
(si ripetono ultimi 2 versi)

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi