"Le ragioni della speranza": su Rai 1 suor Alessandra Smerilli commenta il Vangelo - Dal 18 gennaio in onda la rubrica curata dalla religiosa ed economista vastese
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 16/01

"Le ragioni della speranza": su Rai 1 suor Alessandra Smerilli commenta il Vangelo

Dal 18 gennaio in onda la rubrica curata dalla religiosa ed economista vastese

Da sabato 18 gennaio sarà suor Alessandra Smerilli a commentare il Vangelo nella rubrica "Le ragioni della speranza", appuntamento inserito nel programma A Sua Immagine, in onda su Rai 1. La religiosa ed economista vastese incarna il Vangelo formando i futuri giovani economisti a pensare ad un’economia sana ed inclusiva, che sia in grado di rispettare la casa comune, come indica Papa Francesco. Ed è alla luce della sua esperienza che la commenterà il Vangelo della domenica con le sue riflessioni e attraverso incontri significativi.

Consigliere di Stato della Città del Vaticano, docente di economia politica alla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium di Roma oltre che in altre università, è membro del Comitato scientifico ed organizzativo delle Settimane Sociali dei Cattolici, promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana, ed è tra gli esperti del Consiglio nazionale del Terzo settore, organismo istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Nella prima puntata, in onda sabato 18 gennaio (alle 16.15) la religiosa Figlia di Maria Ausiliatrice Salesiana di don Bosco, si soffermerà sul significato dell’economia civile necessaria per guardare agli “scartati”, come definisce Papa Francesco quelle persone escluse dal sistema.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi