Trecento firme per via del Battaglione: "Il Comune acquisisca la strada e la riapra" - Il Comitato di residenti ha consegnato in municipio la petizione rivolta al sindaco
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 09/01

Trecento firme per via del Battaglione: "Il Comune acquisisca la strada e la riapra"

Il Comitato di residenti ha consegnato in municipio la petizione rivolta al sindaco

Vasto: riunione del Comitato di via del Battaglione (foto di Leonardo Giardino)Trecentoventidue firme. Le ha raccolte a Vasto il comitato sorto per chiedere che diventi strada pubblica via del Battaglione Nazionale, la carreggiata privata che congiunge le parallele via Pescara e via Madonna dell'Asilo. Da settimane è chiusa per lavori.

Promotori del comitato e della petizione, firmata da residenti e automobilisti, sono due abitanti della zona, Michele Naccarella e Donato Sabatini.

Le due lettere cui sono allegate le sottoscrizioni sono state protocollate in municipio il 20 novembre e il 18 dicembre scorsi. Sono indirizzate al sindaco di Vasto, Francesco Menna, per chiedere "il suo intervento" per la riapertura della strada che, "anche se insiste su area privata - affermano i referenti del comitato nel documento che hanno redatto e fatto sottoscrivere - è da considerarsi ad uso pubblico, come i sottoscrittori rivendicano, sia perché il passaggio è stato utilizzato per oltre quarant'anni, sia perché il Comune ha provveduto a dargli un nome (via del Battaglione) e fornire l'area di illuminazione pubblica a spese dei cittadini". Di qui la richiesta, rivolta al primo cittadino, di "attivare tutte le procedure del caso affinché, come già accennato, la riapertura avvenga in breve tempo, poiché la chiusura", avvenuta a novembre, quando è stato allestito un cantiere nelle vicinanze dell'incrocio con via Madonna dell'Asilo, "arreca disagio sia ai cittadini, che alle attività commerciali site in prossimità". Per sostenere la loro tesi, Naccarella e Sabatini allegano alla documentazione tre sentenze della Corte di Cassazione e due del Consiglio di Stato "che hanno trattato l'uso pubblico di aree private, di cui una che tratta un caso analogo".

"La petizione è ancora aperta, siamo pronti a raccogliere altre firme", dice Naccarella, che rivolge all'amministrazione alcuni quesiti: "Se dovesse essere necessario, come farebbero a passare i mezzi di soccorso? Sono stati emessi i pareri della polizia locale e dei settori servizi e patrimonio del municipio?".

Zonalocale ha contattato il comandante della polizia locale di Vasto, Giuseppe Del Moro: "Abbiamo effettuato - spiega l'ufficiale - un riscontro presso l'ufficio patrimonio: via del Battaglione Nazionale è classificata come strada privata. La denominazione, di per sé, non è un elemento fondamentale: diverse strade, infatti, sono private anche se denominate. Se il Comune vuole acquisirne l'utilizzo, potrà incontrare i titolari per un eventuale accordo". 

"Si tratta - precisa il sindaco - di una strada privata che vede un uso pubblico. Raccogliendo le istanze dei cittadini, ho trasmesso le carte agli uffici legale e del patrimonio per i necessari accertamenti ai fin delle opportune decisioni. Ma tutto andrà fatto nel rispetto delle leggi, senza abusi, né atti che possano esporre il Comune a ricorsi al Tar. Credo che gli uffici comunali provvederanno alla convocazione dei titolari della strada". 

 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi