Una giungla affacciata sul lungomare: l’ex depuratore abbandonato è un groviglio di rovi - Dieci anni fa la proposta di farne un’area eventi. Ora è indecente
 
Vasto   Attualità 06/01

Una giungla affacciata sul lungomare: l’ex depuratore abbandonato è un groviglio di rovi

Dieci anni fa la proposta di farne un’area eventi. Ora è indecente

Vasto Marina, lungomare Cordella, tratto nord: l'ex depuratoreChe lì una volta ci fosse un depuratore non lo sanno molte persone. Del resto, quello che si vede oggi è un groviglio di rovi.

È abbandonata da decenni la struttura che si trova sul muraglione retrostante l'estremo tratto settentrionale di lungomare Cordella, a nord del Monumento alla Bagnante. Una giungla intricata e inaccessibile che nessuno, ormai da anni, si è curato di far bonificare. E pensare che, una decina d'anni fa, fu ipotizzato di recuperare il caseggiato e il piazzale antistante per farne un'area spettacoli. A lanciare l'idea fu l'allora assessore ai Lavori pubblici della Giunta Lapenna, Corrado Sabatini, che la ripropose nel 2012 da consigliere comunale [LEGGI]. Una proposta che cadde nel vuoto. L'area andrebbe almeno pulita.

Più in generale, degrado e sporcizia circondano la passerella protesa sul mare. Quel tratto di lungomare, prospiciente lo scoglio su cui, dal 1979, la statua della Bagnante vigila sulla spiaggia, è stato rimesso a nuovo nel 2015 [LEGGI], eppure chi in quella zona va spesso a passeggiare o a correre fa notare che già si vedono crepe e irregolarità del terreno. Il timore è che si stiano formando nuove infiltrazioni d'acqua analoghe a quelle che, tra il 2011 e il 2013, provocarono crolli e consequenti chiusure.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi