"Il cane è innocente, l’uomo è incosciente": la campagna di studenti del Mattei e "Amici di Zampa" - Dopo i video, i manifesti contro l’abbandono degli animali
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 05/01

"Il cane è innocente, l’uomo è incosciente": la campagna di studenti del Mattei e "Amici di Zampa"

Dopo i video, i manifesti contro l’abbandono degli animali

Uno dei manifesti realizzati dagli studenti del Nel corso di questo anno scolastico, le attività di PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, ex Alternanza Scuola-Lavoro) delle classi III B, V A e 5 B del Liceo delle Scienze Applicate dell’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Mattei” di Vasto si sono svolte in collaborazione con l’associazione di volontariato per la protezione degli animali “Amici di Zampa”, con l’obiettivo di sensibilizzare quanta più gente possibile sui temi dell’abbandono, del maltrattamento e dell’adozione di cani e gatti.

A tal proposito, gli studenti del “Mattei” hanno realizzato, oltre a dei video (reperibili ai seguenti link: https://youtu.be/UjV6aMv1VnI - abbandono, https://youtu.be/s4P2VAosJy8  - adozione,  https://youtu.be/1tF0jW6KMLw - maltrattamento), anche manifesti per la campagna di sensibilizzazione e volantini a favore della sterilizzazione, con foto scattate dai ragazzi proprio nel canile municipale di Vasto, per rendere evidente la condizione in cui versano molti, anzi troppi cani a causa della negligenza e della cattiveria dell’uomo.

A breve verranno prodotti pure spillette, magneti e portachiavi con delle grafiche realizzate dagli studenti, il ricavato della cui vendita sarà donato alla onlus “Amici di Zampa”, che gestisce il canile di Vasto e che è spesso costretta a sobbarcarsi di molte spese, a carico degli stessi volontari dell’associazione.

Sono tantissimi i cani attualmente ospitati nel canile rifugio di Vasto, cani il cui passato è stato segnato dall’abbandono e che attualmente vivono un presente difficile, nonostante tutto l’impegno dei volontari. La speranza è che per un numero sempre più grande di questi poveri animali si possa arrivare all’adozione.

Proviamo a ricostruire una delle tante storie di animali per i quali si è spalancato il cancello del canile…

Era una fredda mattina d’inverno quando Molly è stata trovata insieme ai suoi fratelli e sorelle in sacco della spazzatura, davanti al canile di Vasto.

I cagnolini erano appena nati e, nonostante ciò, erano stati separati dalla loro mamma proprio nel momento in cui ne avevano più bisogno, in cui erano più fragili. 

Di sette cuccioli, sono sopravvissuti solo Molly e Jake, nonostante tutti gli sforzi e i tentavi fatti per mantenerli in vita. I due fortunati, se così possono essere definiti, sono stati accolti nel canile di Vasto, ricevendo i dovuti vaccini e il microchip, che ricordiamo essere un obbligo di legge. Jake è stato adottato, Molly aspetta ancora una famiglia che possa dare una svolta alla sua vita.

Dietro l’immagine che abbiamo scelto per la campagna di sensibilizzazione che vogliamo lanciare a favore della sterilizzazione si nascondono tante Molly perché, pensandoci bene, se Molly e i suoi fratelli sono stati abbandonati è perché il loro padrone, nonostante non volesse cuccioli, non ha provveduto a sterilizzare la loro mamma, condannando i cagnolini e la mamma stessa.

La sterilizzazione è il punto di partenza per ridurre il fenomeno dell’abbandono e, quindi, del randagismo. Se non si è certi di poter garantire un futuro dignitoso a dei cuccioli, è meglio sterilizzare il proprio amico a quattro zampe. L’abbandono non è un’opzione.

Arianna Antenucci, Sara Grimaldi, Arianna Mascetra, Tamara Pezzotta (classe V A Lsa)

Lorenzo Celenza, Massimiliano Di Paolo, Patrizio Rossi Finarelli (classe V B Lsa)

Giuseppe Di Criscio, Luca Salvitti, Domenico Turdò (classe III B Lsa)

Guarda le foto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi