Dubbi della Asl sul tempio crematorio di San Salvo: manca un piano cimiteriale - Magnacca: "Per noi resta volontà di realizzarlo"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 30/12/2019

Dubbi della Asl sul tempio crematorio di San Salvo: manca un piano cimiteriale

Magnacca: "Per noi resta volontà di realizzarlo"

Il rendering di un tempio crematorio della ditta proponenteRallentamento nell'iter per la realizzazione di un tempio crematorio a San Salvo. Durante la conferenza dei servizi tenutasi in Comune, è emersa la scetticità della Asl, uno degli enti chiamati a esprimersi sul progetto annunciato dal sindaco Tiziana Magnacca nel 2018.

Alla base dei dubbi dell'azienda sanitaria c'è l'assenza del piano cimiteriale, strumento urbanistico per la gestione dei servizi cimiteriali, delle sepolture e della custodia dei locali dell'area prevista a questi scopi. "Ripartiamo da questo piano – dice Tiziana Magnacca – La sua assenza ha sorpreso anche noi. Per realizzare il tempio crematorio va allargata la recinzione esterna del cimitero. In conferenza di servizi nessun altro ente ha espresso pareri contrari. Anche se la Asl ha un atteggiamento un po' refrattario, per noi resta un'opera da realizzare e continuiamo a puntarci su". 

La proposta al Comune era stata avanzata dalla Edilver srl (gruppo Altair della provincia di Verbania) che in Italia ha già realizzato 14 tempi. Per il primo anno di esercizio è stato stimato un fatturato di 474.600 euro che potrebbe crescere in futuro con una tariffa base 499 euro per cremazione (con possibile riduzione del 30% per i residenti): al Comune andrebbe il 5% del fatturato.

IL PROGETTO - La struttura è stata annunciata dal sindaco nel maggio del 2018: un tempio crematorio da realizzare in project financing nelle adiacenze del cimitero comunale, "Un servizio d'avanguardia nel rispetto della libertà di pensiero per chi non vuole essere sepolto in maniera tradizionale".

L'opera è stata approvata dalla giunta comunale prima e dal consiglio comunale poi. In quest'ultima sede si sono registrati i voti contrari degli esponenti del gruppo del Partito Democratico e di Marika Bolognese (SanSalvoDemocratica) che contestano l'eccessiva vicinanza al centro abitato [LEGGI]. 

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi