"Cuccioli abbandonati di continuo davanti al canile, la cattiveria umana non ha limiti" - Il caso
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 29/12/2019

"Cuccioli abbandonati di continuo davanti al canile, la cattiveria umana non ha limiti"

Il caso

Così non è possibile andare avanti! Siamo arrivati ad un punto di non ritorno. Anche questa settimana, infatti, ci saluta con un triste abbandono dinanzi al canile municipale di Vasto dove, la notte scorsa, mani ignote hanno “scaricato” quattro cuccioli di cane.

I poveri animali, spaventatissimi e bagnati fradici, sono stati addirittura gettati dentro un bidone per i rifiuti. In questi mesi abbiamo visto cuccioli abbandonati dentro buste, cassette per la frutta, scatoloni, bacinelle e tinozze, ma in un bidone per i rifiuti, rubato appositamente chissà dove per l’occasione e lasciato dinanzi al cancello del canile, francamente non ci eravamo ancora imbattuti. La cattiveria umana non pone limiti alla sua fantasia!

È impossibile descrivere lo stato pietoso in cui i volontari dell’associazione “Amici di zampa” Onlus Vasto hanno trovato i quattro cuccioli, per i quali si apre ora la strada del canile sanitario di Lanciano e poi di Fallo. Il fatiscente canile municipale di Vasto, infatti, sta letteralmente scoppiando per l’enorme numero di cani che sta ospitando in attesa di adozioni, sempre troppo poche rispetto agli abbandoni.

Una riflessione “seria” sul dramma rappresentato dall’abbandono continuo di cani e gatti sul nostro territorio e sull’importanza della sterilizzazione è ormai non più procrastinabile a livello politico. Non è più possibile far finta di niente.

Paola Cerella

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi