Tribunali, la vita si allunga fino al 2022: prorogati Vasto, Lanciano, Avezzano e Sulmona - Pezzopane (Pd): "Stiamo inserendo il provvedimento nel decreto Milleproroghe"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Roma   Politica 17/12/2019

Tribunali, la vita si allunga fino al 2022: prorogati Vasto, Lanciano, Avezzano e Sulmona

Pezzopane (Pd): "Stiamo inserendo il provvedimento nel decreto Milleproroghe"

Il palazzo di giustizia di VastoPer i Tribunali abruzzesi a rischio chiusura arriverà una proroga fino al 2022. Parlamentari abruzzesi e Ordine degli avvocati speravano almeno nel 2013, anzi il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Gianluca Castaldi, ha chiesto il 2024.

Per il momento, la vita dei palazzi di giustizia di Vasto, Lanciano, Avezzano e Sulmona si allunga di un altro anno: dal 2021 al 2022. Il provvedimento è stato, infatti, inserito nel decreto Milleproroghe. "Mancano pochi giorni all'approvazione - annuncia Stefania Pezzopane, senatrice del Pd - e all'interno si sta inserendo la proroga fino al 2022 per i Tribunali di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto. Una buona notizia per i nostri territori, molto attesa e per la quale questa maggioranza ed il Governo si sono impegnati da tempo. Il mio impegno, assieme ai colleghi parlamentari del territorio e con il sottosegretario Castaldi, sarà per definire il percorso per una soluzione di riforma definitiva della geografia giudiziaria che salvaguardi i presidi di giustizia sui territori. Intanto, con la proroga al 2022, un intero triennio, i Tribunali potranno programmare la loro attività per il meglio". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi