Auto precipita in mare nel porto di Termoli, morto a 76 anni l’imprenditore Giuseppe Tumini - La vittima è il fratello di Gabriele Tumini, ex presidente di Assovasto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Termoli   Cronaca 14/12/2019

Auto precipita in mare nel porto di Termoli, morto a 76 anni l’imprenditore Giuseppe Tumini

La vittima è il fratello di Gabriele Tumini, ex presidente di Assovasto

Termoli: il luogo dell'incidenteUn grave lutto ha colpito la famiglia di Gabriele Tumini, ex presidente di Assovasto, l'associazione degli industriali del Vastese.

È morto ieri sera il fratello del noto imprenditore vastese: Giuseppe Tumini aveva 76 anni. Il Renault Kangoo che stava guidando è precipitato in mare all'interno del bacino portuale di Termoli. Non c'è stato nulla da fare. 

"L'anziano - riferisce l'Ansa - sembra fosse impegnato in una manovra di retromarcia sulla banchina di nord-est dello scalo, vicino i Cantieri Navali, finendo in acqua.
A recuperarlo, il sommozzatore Francesco Cannarsa dei servizi marittimi di Termoli della città unitamente ai Vigili del Fuoco specializzati in soccorso acquatico. Sul posto i pompieri della città, gli ufficiali della Capitaneria di porto ed i sanitari del 118 Molise che non hanno potuto fare nulla, se non constatare il decesso. Il comandante della Guardia costiera Francesco Massaro sottolinea che l'auto non è stata oggetto di sequestro e non sono in corso ulteriori accertamenti. I funerali sono fissati per domani mattina nella chiesa del Carmelo".

La notizia si sta rapidamente diffondendo anche a Vasto, generando profondo cordoglio nelle tante persone che conoscono la famiglia Tumini.

A Gabriele Tumini e ai suoi cari le sentite condoglianze di Zonalocale.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi