Esplosione a bordo di una nave: a Punta Penna l’esercitazione antincendio - Ieri l’attività coordinata dalla Guardia Costiera
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 11/12/2019

Esplosione a bordo di una nave: a Punta Penna l’esercitazione antincendio

Ieri l’attività coordinata dalla Guardia Costiera

Ha avuto esito positivo l'esercitazione antincendio che si è svolta ieri mattina nel porto di Punta Penna. Ad organizzarla l'Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto. La realistica simulazione prevedeva l’esplosione generata da cause accidentai a bordo di una motonave ormeggiata in porto, con conseguente incendio e l'infortunio die due marittimi. 

"Nell’attivazione dell’emergenza - spiega una nota del Circomare - oltre all’intervento immediato dei militari e dei mezzi della Guardia Costiera sono intervenuti in supporto anche il personale dei vigili del fuoco del distaccamento di Vasto, il personale medico della Croce Rossa Italiana, il chimico del porto, il personale dei servizi tecnico-nautici presenti in porto (Pilota ormeggiatori e rimorchiatore) nonché gli operatori portuali.

Lo scenario dell’esplosione con il conseguente incendio grave a bordo ha previsto l’evacuazione dei marittimi feriti mediante l’intervento dei mezzi e del personale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana, intervento che ha garantito la massima prontezza ed efficacia nella fase di soccorso dei feriti e spegnimento incendio. Fondamentale anche l’intervento del chimico del porto che, data la natura della merce presente a bordo, ha fornito indicazioni necessarie per intervenire in massima sicurezza, evitando il cosiddetto effetto domino dell’emergenze".

L’obiettivo di questa esercitazione "è stato quello di testare il coordinamento delle varie amministrazioni coinvolte, valutare il livello di addestramento del personale impiegato a terra e verificare la bontà delle procedure da mettere in atto anche rispetto alla tipologia di nave ed alla merce trasportata. L’attività addestrativa si è conclusa con esito positivo e piena soddisfazione dei Comandi/enti interessati in considerazione delle condizioni meteomarine avverse, a dimostrazione che, in caso di reale emergenza, non è possibile prevedere qualsiasi tipologia di avversità climatica.

Al termine dell’attività si è tenuto un incontro con tutti gli enti/comandi e operatori coinvolti per verificare l’esito delle azioni poste in essere e l’effettiva conformità a quanto prescritto all’interno dei piani e dei protocolli di emergenza in vigore, valutando le tempistiche e i mezzi di soccorso utilizzati. Le operazioni di coordinamento sono avvenute in tempi ristretti, pertanto nel complesso hanno dato un risultato soddisfacente".

Il tenente di vascello Francesca Perfido, comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto, ha espresso la sua soddisfazione per l'esito dell'esercitazione, ringraziando "tutti gli intervenuti per la preziosa, sinergica e indispensabile collaborazione con la locale Autorità Marittima".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi