CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 06/12/2019

Cannarsa (Geav): "Sacchi di immondizia indifferenziata abbandonati nella villa comunale"

"Serve manutenzione costante"

Vasto: immondizia abbandonata nella villa comunaleInvece di fare la differenziata, buttano i sacchi d'immondizia dentro la villa comunale. Chi siano a farlo è ignoto. Marco Cannarsa, responsabile delle guardie ecologiche volontarie (Geav) di Vasto, chiede interventi immediati di pulizia per smascherare coloro che hanno scambiato il parco pubblico in una discarica a cielo aperto. 

Il responsabile locale dell'associazione Geav mostra a Zonalocale i punti in cui sono stati abbandonati sacchi di pattume: "Ignoti li hanno ammucchiati vicino al cancello sud di via San Michele e, dalla parte opposta, sotto un groviglio di alberi non potati da anni sul lato di via Cavour. Servono controlli. All'amministrazione comunale abbiamo detto di essere disposti a farli per garantire presenza e sorveglianza che fungano da deterrente. La villa comunale - afferma Cannarsa - necessita di manutenzione costante: i muretti del laghetto perdono pezzi, i bagni pubblici sono chiusi, le aiule e i viali devono essere puliti costantemente. Proprio pochi giorni fa mi sono trovato ad aiutare un'anziana scivolata sulle ghiande che ricoprono viale della Rimembranza, la strada principale del parco". 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi