"Concerto di Capodanno a Vasto? Costa troppo e rischieremmo il flop nel confronto con Pescara" - Il tabù del 31 dicembre. Della Penna: "Servirebbero almeno 50mila euro"
 
Vasto   Eventi 03/12

"Concerto di Capodanno a Vasto? Costa troppo e rischieremmo il flop nel confronto con Pescara"

Il tabù del 31 dicembre. Della Penna: "Servirebbero almeno 50mila euro"

Carlo Della Penna Organizzare un concerto per la notte di San Silvestro a Vasto costerebbe troppo e significherebbe dover fare concorrenza all'ormai consolidato evento di Pescara, col rischio di fare un flop. Sono i motivi per cui l'amministrazione comunale di Vasto ha rinunciato, ancora una volta, allo spettacolo in piazza nell'ultima nottata dell'anno, quella che porterà direttamente al 2020. 

"A Capodanno - frena Carlo Della Penna, assessore al Turismo e ai Grandi Eventi - gli artisti costano il doppio dell'estate. Per il solo concerto del 31 dicembre, servirebbero almeno 50mila euro, compresi il service e le altre spese. Inoltre, per metterci in concorrenza con l'evento di Pescara, dove vengonp spesi 2-300mila euro, dovremmo orgabnizzare un evento di grande richiamo. Altimenti spenderemmo tanto per un qualcosa che eserciterebbe poca attrattiva".

"Intanto - auspica Della Penna - si può tornare, come già fatto negli anni scorsi, a progettare un pacchetto di offerte di Capodanno con gli operatori economici, dai B and B ai ristoratori, agli esercenti".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi