All’ospedale di Vasto arriva la nuova Tac a 128 strati - Il video pubblicato dalla primaria di radiologia, Maria Amato
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 02/12/2019

All’ospedale di Vasto arriva la nuova Tac a 128 strati

Il video pubblicato dalla primaria di radiologia, Maria Amato

Arriva all'ospedale di Vasto la nuova Tac a 128 strati. Atteso da quattro anni, il nuovo macchinario è stato scaricato stamani dal mezzo che lo ha trasportato fino al presidio ospedaliero di via San Camillo de Lellis. 

Nelle scorse settimane, era stato il direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Thomas Schael, ad annunciare l'installazione della nuova apparecchiatura, più moderna della Tac a 64 strati annunciata più volte dal 2015 e mai acquistata. 

"Come annunciato poche settimane fa dal nuovo direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, è arrivata questa mattina la modernissima TAC Revolution EVO nella Radiologia dell’Ospedale di Vasto", si legge in una nota diratama nel primo pomeriggio dall'ufficio stampa dell'azienda sanitaria.
"L’apparecchiatura è già stata collocata all’interno dei locali per i quali sono state completate, secondo programma, le opere di adeguamento impiantistico e strutturale.Entro questa settimana il cantiere sarà definitivamente chiuso con il completamento di piccoli interventi richiesti per ottimizzare l’organizzazione delle attività di reparto. Serviranno poi all’incirca 15 giorni per l’installazione di tutte le componenti e la messa in opera della Tac". "Ancora qualche settimana e poi questa macchina veloce... la facciamo correre", ha commentato con soddisfazione il direttore della Radiologia di Vasto, Maria Amato, che ha pubblicato sul suo profilo Facebook il video dell'arrivo dei componenti della strumentazione diagnostica: 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi