Di Michele Marisi: "Sul bonus idrico alle famiglie disagiate la Sasi è inadempiente" - Il segretario di FdI: "A rimetterci sono sempre la fasce deboli della popolazione"
 
Vasto   Cronaca 30/11

Di Michele Marisi: "Sul bonus idrico alle famiglie disagiate la Sasi è inadempiente"

Il segretario di FdI: "A rimetterci sono sempre la fasce deboli della popolazione"

Marco di Michele Marisi (FdI)La Sasi S.p.A., società che gestisce il servizio idrico integrato, risulta inadempiente circa l’erogazione dei bonus sociali idrici per la fornitura di acqua agli utenti domestici economicamente disagiati, non riconoscendo ancora, sulle fatture già emesse e a fronte di richieste già inoltrate da diversi cittadini, quelle agevolazioni in bolletta previste da specifica normativa, volte ad aiutare quelle persone che presentano situazioni di disagio economico. Questo è inaccettabile”. A denunciare la situazione è Marco di Michele Marisi, segretario cittadino di Fratelli d’Italia.

“Il bonus idrico - ha spiegato - è un aiuto concreto che il Ministero dell’Ambiente ha stabilito, per andare incontro a quelle persone singole o famiglie che rispondono a determinati criteri con i quali si attesta la situazione di disagio economico. Sostanzialmente, quasi come per il bonus luce e gas, viene riconosciuto, per ciò che concerne il bonus idrico, un risparmio in bolletta dell’acqua che può aggirarsi fino al 20, 30%, tramite una quota parte di fornitura gratuita di acqua o con un vero e proprio rimborso. Un sostegno importante per chi vive in condizioni non economicamente ottimali, che però - annota di Michele Marisi - la Sasi S.p.A. non è ancora in grado di applicare, nonostante sia di fatto obbligata. La società che gestisce il servizio idrico integrato, infatti, a fronte di alcune lettere di protesta inviate da cittadini che da diversi mesi hanno richiesto il bonus idrico, ha peraltro ammesso di essere in ritardo, senza però fornire tempi di soluzione della problematica che causa il ritardo. La S.p.A. ha addebitato tutto alla ‘innovazione tecnologica’ che avrebbe apportato anche per la gestione di queste pratiche. Il tema è che, al di là del fatto che si spera che la Sasi S.p.A. provveda tempestivamente all’adeguamento, questi cittadini hanno pagato bollette per intero, anticipando somme spesso importanti che sono state dunque sottratte alla loro personale disponibilità e che, augurandosi che verranno rimborsate, rappresentano per ora, intanto, un anticipo che molti hanno dovuto effettuare con tutti i disagi che ne conseguono. Non è più tollerabile - ha rimarcato il segretario cittadino di Fratelli d’Italia - che una società che ha in gestione un servizio necessario, venga di fatto amministrata in questa maniera. Oltretutto, in questo caso, a rimetterci sono le fasce più deboli della società”.

“Restiamo ancora meravigliati - ha concluso Marco di Michele Marisi - di come si sia potuto riconfermare alla guida della Sasi S.p.A., un presidente, Gianfranco Basterebbe, che ha già dimostrato, in questi anni, di non essere all’altezza del compito”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi