Secondo capitolo di "Ali per sognare" di Stefania Piscicelli: il ricavato è per l’Agbe - Domenica 1 dicembre la presentazione del libro
Abruzzo Smart Academy - ITS Agroalimentare Teramo CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cultura 29/11/2019

Secondo capitolo di "Ali per sognare" di Stefania Piscicelli: il ricavato è per l’Agbe

Domenica 1 dicembre la presentazione del libro

Continua il "viaggio" di Stefania Piscicelli con le sue "Ali per Sognare". L'insegnante vastese domenica 1 dicembre presenterà il suo secondo libro,"Ali per Sognare, in viaggio verso la libertà", racconto che segue il primo libro, "Ali per Sognare", il cui ricavato, 6mila euro, è stato interamente devoluto all'Ail [LEGGI]. 

La vendita di questo secondo libro finanzierà le attivtà dell'Agbe (Associazione genitori bambini emopatici) di Pescara, associazione che promuove e sostiene  il reparto di oncoematologia pediatrica dell' ospedale Santo Spirito di Pescara. Domenica 1 dicembre, alle 17.30 nella Sala Aldo Moro (ex palazzi scolastici), Stefania Piscelli presenterà il suo libro alla presenza del presidente Agbe, Achille Emilio Di Paolo e della dottoressa Silvia Pascale, del reparto di ematologia di Pescara. Con loro la professoressa Alessandra Travaglini e l'illustratrice del libro, Stefania D'Orazio. 

"Il libro sarà in vendita ad 8 euro in diverse attività vastesi e attraverso dei volontari dell'associazione - spiega Stefania Piscicelli - . Nasce per sostenere questa bellissima associazione pescarese che sostiene le famiglie e i bambini affetti da forme di leucemia e altre malattie del sangue".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi