"Per i porti Marsilio ha chiesto 50 milioni. A Vasto la politica sia unita per Punta Penna" - Fratelli d’Italia: "La Giunta D’Alfonso fece finanziare solo Pescara e Ortona"
 
Vasto   Politica 19/11

"Per i porti Marsilio ha chiesto 50 milioni. A Vasto la politica sia unita per Punta Penna"

Fratelli d’Italia: "La Giunta D’Alfonso fece finanziare solo Pescara e Ortona"

Marco di Michele Marisi, segretario di FdI a Vasto“Sul porto di Vasto è bene sottolineare che l’impegno della Regione Abruzzo, oggi, è massimo. Più di quanto non ci sia stato da parte del precedente Governo regionale che ha destinato i fondi del Masterplan ai porti di Pescara e Ortona i quali, invece, già beneficiano di risorse nazionali in quanto strutture classificate, a differenza del porto di Vasto, di interesse strategico nazionale”. È quanto afferma, in una nota, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia.

È notizia dei giorni scorsi, infatti, che il Presidente della Giunta regionale d’Abruzzo, Marco Marsilio, ha sollecitato i Parlamentari abruzzesi tutti a presentare, tra gli altri, un emendamento alla manovra del Governo nazionale per concedere alla Regione Abruzzo uno stanziamento di 50 milioni di euro per il triennio 2020-2022, per il potenziamento delle infrastrutture portuali, tra le quali proprio il porto di Vasto.

“Riteniamo indispensabile - dice il circolo cittadino del partito di Giorgia Meloni - che Deputati e Senatori eletti nel territorio della nostra regione, lavorino per far prevalere le ragioni di un territorio la cui economia passa anche per il porto di Vasto che rappresenta una infrastruttura seppur ‘silente’, ma che si inserisce in un circuito economico-occupazionale non indifferente, divenendone punto di riferimento. Assieme ad un investimento che possa potenziare il porto, corre di pari passo la Zes, in fase di definizione, che rappresenta indiscutibilmente un’opportunità per lo sviluppo del porto stesso. Occorre, però, che ogni Istituzione, locale, regionale e nazionale, faccia la sua parte concentrando gli sforzi non tanto sulle responsabilità altrui, quanto sulle proprie, mettendo in campo ogni azione che possa facilitare investimenti” sottolinea il circolo di FdI.

“Poco quanto niente, negli ultimi anni, nonostante gli sforzi degli operatori portuali, è stato fatto per rendere il porto di Vasto una infrastruttura all’avanguardia che potesse rappresentare uno scalo importante ed a servizio non solo dell’area industriale di Vasto, ma di quella prossime quali l’area industriale di San Salvo e l’area industriale della Val di Sangro che giocano ancora il ruolo importante di polmone occupazionale per l’intero territorio, essendo, insieme al turismo, una delle economie principali. Ci auguriamo, quindi - proseguono i dirigenti locali di Fratelli d’Italia - che su questo fronte vi sia il lavoro di tutte le forze politiche perché si riesca a portare a casa il risultato di un investimento notevole sul porto di Vasto, affinché non resti indietro rispetto agli altri porti regionali. E qui, il ruolo del Sindaco di Vasto risulta indispensabile, non sulla stampa con uscite propagandistiche, ma con un lavoro di concerto sicuramente più difficile, ma certamente più produttivo”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi