Lega: "In Consiglio approvato un foglietto ipocrita. La crisi di Cerella è colpa della sinistra" - La polemica
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 16/11/2019

Lega: "In Consiglio approvato un foglietto ipocrita. La crisi di Cerella è colpa della sinistra"

La polemica

Alessandra Cappa e Davide D'Alessandro (Lega)"La Lega non ha bisogno di condividere un foglietto ipocrita che non porterà a nulla". Così i consiglieri comunali Alessandra Cappa e Davide D'Alessandro bollano il documento approvato ieri all'unanimità dei presenti (Lega e Fratelli d'Italia non hanno partecipato al voto) dal Consiglio comunale di Vasto per chiedere alla Regione Abruzzo di ritirare il piano di razionalizzazione della società Autoservizi Cerella srl.

"La sinistra ha scoperto, dopo tanti anni, il problema Cerella", attaccano i due rappresentanti del Carroccio. "L'ha scoperto dopo averlo creato con una politica sciagurata, messa in rilievi, durante l'ultimo Consiglio comunale, persino dal rappresentante della Cgil, che non è un pericoloso leghista. Dopo aver causato la malattia, la sinistra vorrebbe strumentalmente adoperarsi per la cura. In realtà è sempre molto brava a tagliare i nastri, a gioire durante le inaugurazioni, ma non si fa mai trovare al fianco dei lavoratori quando piangono disperati. I sinistri sono straordinari tagliatori di nastri, pessimi amministratori che non sanno garantire crescita e sviluppo".

"La Lega vuole vedere, come ha ben detto il presidente della Tua, Giuliante, le carte, le cifre del disastro e le assunzioni di responsabilità di chi l'ha creato. Esattamente come con il nostro ospedale. Se siamo diventati la periferia dell'estrema periferia d'Abruzzo, dobbiamo ringraziare la sinistra". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi