San Salvo, 100 € di sanzione per chi non usa i secchi antirandagismo per i rifiuti - L’appello di sindaco e assessore
Abruzzo Smart Academy - ITS Agroalimentare Teramo CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 15/11/2019

San Salvo, 100 € di sanzione per chi non usa i secchi antirandagismo per i rifiuti

L’appello di sindaco e assessore

"Assistiamo, purtroppo e con sempre più assiduità, al fenomeno del conferimento dei rifiuti con l'esclusivo uso delle buste di plastica invece di utilizzare i mastelli domestici, consegnati, tra l'altro, in comodato d'uso gratuito a tutti i cittadini. Questa malsana procedura comporta, come si evince dalle fotografie, situazioni di degrado ambientale, specialmente quando tale conferimento riguarda le tipologie di rifiuti della frazione organica e del secco residuo".

A dichiararlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca nel denunciare il non corretto conferimento dei rifiuti attraverso l’utilizzo delle buste di plastica che con la loro facile accessibilità vengono strappate da parte degli animali selvatici attirati dagli odori alla ricerca di alimenti per il loro sostentamento. 

"La conseguenza, davanti agli occhi di tutti è che, i rifiuti, fuoriusciti dalle buste strappate, vengono disseminati sulle zone attigue e devono essere poi raccolti singolarmente, con un relativo spreco di risorse umane e senza parlare, poi, dell'immagine poco edificante che danno della nostra città" aggiunge l’assessore all’Ambiente Giancarlo Lippis. 

L'utilizzo del mastello "antirandagismo" serve proprio a prevenire il formarsi di queste incresciose e incivili situazioni che  si verificano sempre più spesso nelle strade cittadine. 

"Si ricorda che il Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana del Comune di  San Salvo, all'art. 45 comma 1°, prevede, per chi non utilizza i mastelli domestici per il conferimento dei propri rifiuti, una sanzione di € 100. A tale scopo si invitano coloro regolarmente iscritti al ruolo Tari e non ancora in possesso dei mastelli domestici di recarsi presso l'Ufficio Ambiente del Comune di San Salvo per il loro ritiro, in modo da poter ottemperare a quanto previsto dai regolamenti comunali, al fine di evitare le relative sanzioni in caso di inadempienza".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi