"Più di dieci richieste dei commercianti, ma al mercato del quartiere San Paolo non ci sono spazi" - La lettera dell’avvocato Squadrone. L’assessore Marcello: "Studiamo una soluzione"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 13/11/2019

"Più di dieci richieste dei commercianti, ma al mercato del quartiere San Paolo non ci sono spazi"

La lettera dell’avvocato Squadrone. L’assessore Marcello: "Studiamo una soluzione"

Più di dieci domande di allestire bancarelle al mercato del quartiere San Paolo, il più popoloso di Vasto. Ma gli spazi non ci sono.

A sollevare il problema è l'avvocato Corrado Squadrone in una lettera inviata al sindaco, Francesco Menna, e all'assessore al Commercio, Luigi Marcello: "Recandomi all'Ufficio del commercio - scrive Squadrone nella missiva - sono stato ricevuto con gentilezza ed attenzione. Ho così scoperto che, oltre alla istanza di un mio conoscente, ci sono un'altra decina di domande per partecipare al mercato settimanale del mercoledì che si svolge al quartiere San Paolo. Dall'esterno, non è facile capire come sia possibile che, a fronte di attività commerciali (spesso a livello familiare), l'amministrazione non riesca a dare loro la possibilità di lavoro, diritto pure costituzionalmente garantito". 

"Proprio oggi pomeriggio ho ricevuto la lettera dell'avvocato Squadrone", conferma Marcello. "Sono a conoscenza del problema. Al momento, posti non ce ne sono. Abbiamo eseguito più di un sopralluogo. Stiamo lavorando a una riorganizzazione dell'area per cercare una soluzione".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi