I reperti archeologici del Vastese sparsi per l’Abruzzo tornano a casa: nuovo museo al d’Avalos - Forte: "La Soprintendenza ci ha chiesto la sala Michelangelo"
 
Vasto   Cultura 12/11

I reperti archeologici del Vastese sparsi per l’Abruzzo tornano a casa: nuovo museo al d’Avalos

Forte: "La Soprintendenza ci ha chiesto la sala Michelangelo"

Giuseppe Forte. In home page: Palazzo d'AvalosTorneranno a casa i ritrovamenti storici di Vasto e del Vastese, sparsi nei musei abruzzesi. 

Dalla collaborazione tra Soprintendenza ad archeologia, belle arti e paesaggio d'Abruzzo e Comune di Vasto nascerà un nuovo spazio espositivo a Palazzo d'Avalos.

Lo ha annunciato l'assessore comunale alla Cultura, Giuseppe Forte: "La funzionaria archeologa Amalia Faustoferri ci ha richiesto la Sala Michelangelo di Palazzo d'Avalos: la Soprintendenza la destinerà a museo di tutti i reperti archeologici del Vastese, che ora sono sparsi un po' in tutta la regione. Di conseguenza, in futuro, la Sala Michelangelo non potrà più essere destinata alle mostre, come accade tuttora, ma diventerà museo archeologico. Abbiamo accolto la richiesta della Soprintendenza di riportare a Vasto tutti i reperti del nostro territorio che, in caso contrario, sarebbero finiti nel museo di Sulmona".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi