I dati del monitoraggio dell’aria dopo il 5° incendio in discarica: "Valori che non destano allarme" - Il Comune lo aveva commissionato alla BioSan
CHIUDI [X]
 
Cupello   Ambiente 06/11

I dati del monitoraggio dell’aria dopo il 5° incendio in discarica: "Valori che non destano allarme"

Il Comune lo aveva commissionato alla BioSan

"Dall’esame dei risultati, relativamente ai parametri analizzati, si evince che, oltre a non esserci superamenti dei limiti di legge (laddove gli stessi siano stabiliti), non sono stati riscontrati valori che possano destare allarme e/o particolare interesse". È questo il responso della BioSan, il laboratorio incaricato dal Comune di Cupello di effettuare analisi sulla qualità dell'aria dopo l'incendio in discarica del 20 ottore scorso [LEGGI].

Sei i punti di campionamento per i quali il Comune ha chiesto il monitoraggio (nelle giornate del 21 e 22 ottobre) di: polveri totali (nell'arco di 24 ore), gas (monossido di carbonio, idrogeno, ossigeno, anidride carbonica e metano), ammoniaca e acido solfidrico (48 ore di campionamento), Composti Organici Volatili (8 ore) e metalli pesanti (24 ore). Le aree monitorate sono state colle "Mincuccio" (due punti), Montalfano, Ributtini, il parcheggio pubblico e il campo sportivo.

Come scritto dalla BioSan nelle conclusioni della relazione (del 31 ottobre, SCARICA), i dati rilevati non destano preoccupazione, così come aveva affermato anche l'Arta che aveva condotto analisi sulla qualità dell'aria durante l'incendio.
Il benzene – riscontrato dall'agenzia regionale in concentrazioni elevate nelle immediate vicinanze dell'incendio – a fronte di un limite di 5 μg/m3, è stato rilevato in quantità minime nei punti di monitoraggio del parcheggio e del campo sportivo: rispettivamente 0,75 μg/m3 e al di sotto di 0,5 μg/m3 il 21 ottobre e 0,66 μg/m3 e 0,59 μg/m3 il giorno seguente.
Il valore più alto di nichel (sempre al di sotto della soglia di legge pari a 20 ng/m3) è stato riscontro il 22 ottobre nella zona del parcheggio: 12 ng/m3

Per quanto riguarda la ricaduta delle polveri, monitoraggio questo non eseguito dall'Arta, le centraline hanno rilevato 19 e 11 μg/m3 rispettivamente al parcheggio e al campo sportivo il primo giorno e 17 e 15 μg/m3 il secondo: dati, questi, come detto su, che non destano allarme o particolare interesse.

Nella tabella a lato tutti i valori campionati.

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi