Trasporti, i sindaci di Carunchio e Palmoli: "Ci battiamo per tutelare i nostri concittadini" - L’accorpamento delle due linee per gli studenti presenta criticità
CHIUDI [X]
 
Palmoli   Attualità 04/11

Trasporti, i sindaci di Carunchio e Palmoli: "Ci battiamo per tutelare i nostri concittadini"

L’accorpamento delle due linee per gli studenti presenta criticità

La prima giornata di applicazione del riordino dei servizi del trasporto pubbblico locale nel Medio e Alto Vastese ha confermato le criticità - già annunciate - dell'accorpamento delle due linee studenti di Carunchio e Palmoli. "Il piano aziendale prevede la partenza anticipata sul capolinea di Carunchio di 5 minuti", ricordano i sindaci dei due paesi interessati che "hanno sempre espresso il loro scetticismo nel calcolare in un così breve tempo l’accorpamento delle due linee scolastiche, sia nel considerare la situazione viaria ormai al collasso, sia nel numero degli studenti, che incide sulle varie fermate, che si sono triplicate. Alla prova dei fatti rispettando una partenza dal capolinea di Carunchio prevista alle ore 6.40, l’ultima fermata all’IIS E. Mattei  è avvenuta alle ore 8.20, per una percorrenza di ben 1 ora e 40 minuti,rientro con partenza dalla 167 Vasto alle ore 13.25 e arrivo  capolinea Carunchio ore 14.50". 

LA CRONACA DEL VIAGGIO IN BUS - LEGGI

Gianfranco D'Isabella, sindaco di Carunchio, e Giuseppe Masciulli, sindaco di Palmoli "pur esprimendo la loro solidarietà incondizionata alle Autolinee Cerella e ai suoi lavoratori, per la crisi aziendale che oggi attraversa, non possono non tutelare con ogni mezzo i diritti dei propri cittadini e studenti già fortemente penalizzati anche prima del suddetto piano di riordino". I due primi cittadini "si riservano di intraprendere tutte le azioni che il caso richiede, perché si ritorni nell’immediato alla situazione precedente almeno per quanto riguarda il riordino della corsa studenti di Carunchio e di Palmoli".

Il Comune di Carunchio insieme ad altri 8 Comuni dell’alto Vastese fanno parte dell’Area strategica Basso Sangro Trigno, gli stessi insieme ad altri 24 Comuni del Sangro hanno sottoscritto un accordo di programma quadro con la Regione Abruzzo. In questo documento la Regione Abruzzo si impegna a mantenere e/o potenziare i servizi del trasporto pubblico locale con particolare attenzione alla linee destinate all’utenza scolastica. "In qualità di sindaco del Comune di Carunchio, ho comunicato all’area tecnica e al Sindaco referente dell’area strategica Basso Sangro Trigno, le criticità emerse dal riordino del TPL sul nostro territorio. Ho richiesto di attivare un tavolo presso gli uffici Regionali competenti, richiamandoli all’impegno sottoscritto con i nostri Comuni contenuti all’Interno dell’APQ, impegno al  quale la stessa Regione non può sottrarsi", sottolinea il sindaco di Carunchio.

D'Isabella e Masciulli hanno "formalizzato la richiesta di partecipazione al prossimo Consiglio Comunale di Vasto, dove oltre a discutere della crisi aziendale delle Autolinee Cerella, si vuole aprire un confronto su tutte le ricadute che di riflesso colpiscono l’intero Territorio del Medio ed Alto Vastese in termini di servizi offerti dalla stessa".

Nella stessa seduta i sindaci proporranno "un documento congiunto, da approvare all’interno della seduta di Consiglio straordinario, da inviare alla Presidenza della Giunta Regionale e all’Assessore ai trasporti, dove si chiederà con forza la tutela della dignità e i diritti di tutti i Cittadini del territorio del Medio ed Alto Vastese a cominciare dai servizi del Trasporto Pubblico Locale. Siamo convinti che la nostra azione oltre a tutelare con ogni mezzo i nostri concittadini, indirettamente sosterrà anche gli interessi delle Autolinee Cerella ed i suoi dipendenti. Si richiede inoltre il coinvolgimento di tutti i Consiglieri Regionali di ogni schieramento politico, questo è il momento di dimostrare la loro vicinanza alle nostre aree interne.   

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi