Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Curiosità 29/10/2019

Vasto, in via Osca spunta il segnale fai da te: pericolo cinghiali

Nuove segnalazioni sulle strade urbane: ungulati in via del Porto

Vasto, via Osca: il segnale su cui è stato attaccato l'adesivo raffigurante un cinghialeUn triangolo col bordo rosso, nello spazio bianco è disegnato un cinghiale. Il singolare segnale stradale è comparso nelle scorse ore a Vasto ed è stato notato in mattinata dagli automobilisti in transito in via Osca, la strada che attraversa la zona industriale di Punta Penna. 

"Il segnale è anomalo, è stato manomesso da qualche spiritoso", commenta Michele Bosco, istruttore di scuola guida e presidente dell'associazione Terre di Punta Aderci, il comitato promotore di una petizione popolare, sottoscritta da oltre 2mila residenti del Vastese, per chiedere alla Regione Abruzzo interventi finalizzati a contenere il proliferare dei cinghiali che, anche in questi giorni, stanno causando numerosi incidenti, oltre a danneggiare costantemente le campagne. "Va rimosso e va ripristinato il segnale indicante il pericolo di attraversamento animali selvatici. Le opzioni previste dal codice della strada sono due: animali domestici, o animali selvatici. Tutt'al più sarebbe stato possibile installare un pannello aggiuntivo con la scritta 'cinghiali'. Questo cartello si trova a 50 metri dalla rotatoria di Punta Penna. È stato manomesso applicando un adesivo".

Intanto, al di là degli scherzi di qualche buontempone, altri ungulati avvistati sulle strade cittadine, ieri sera in via del Porto.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi