Vasto, tentata estorsione ai danni di un artigiano: arrestato 42enne. La polizia: "Episodio isolato" - L’uomo è già noto alle forze dell’ordine
CHIUDI [X]
 
Vasto   Cronaca 28/10

Vasto, tentata estorsione ai danni di un artigiano: arrestato 42enne. La polizia: "Episodio isolato"

L’uomo è già noto alle forze dell’ordine

Foto di repertorioDomenica mattina, personale del Settore Anticrimine del Commissariato di Vasto ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di T.O.L., di 42 anni, vastese, già noto alle forze dell'ordine, autore di tentata estorsione e lesioni gravi ai danni di un artigiano di Vasto.

"Il giovane – spiega il commissario Rosetta Di Santo – da qualche tempo vessava con continue richieste di denaro l’esercente, il quale intimorito dalla figura delinquenziale dell’estortore, dava piccolissime somme di denaro ogni volta che quello si presentava nella sua bottega. Alcuni giorni addietro l’indagato si presentava come al solito al negozio e dopo aver insistentemente chiesto moneta, al rifiuto stavolta dell’esercente che lo invitava con energia ad uscire dal locale, il delinquente dapprima minacciava gravemente l’artigiano e poi lo colpiva con schiaffi ed un pugno, cagionandogli lesioni gravi".  

"Il piccolo imprenditore decideva allora di rivolgersi al commissariato di P.S. di Vasto, denunciando i fatti subiti. Il personale del settore Anticrimine immediatamente iniziava l’attività investigativa necessaria a reperire quanti più elementi possibili a carico dell’autore dei reati, nonché ogni opportuna azione a tutela della vittima. A tal proposito formulava all'autorità giudiziaria motivata richiesta di custodia cautelare in carcere. I gravi indizi di colpevolezza forniti dagli investigatori permettevano al Gip Italo Radoccia di emettere l’ordinanza restrittiva, attesi altresì il pericolo di reiterazione del reato e la spiccata pericolosità sociale di T.O.L., già pregiudicato per reati commessi con violenza alla persona, nonché autore di numerose violazioni alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale precedentemente impostagli".

"Domenica mattina, T.O.L. veniva rintracciato a Vasto Marina dal personale di Polizia e consegnato al carcere di Torre Sinello in esecuzione della misura". 

"Attualmente – concude la Di Santo – i gravi fatti denunciati dall’artigiano risultano essere un episodio isolato nel contesto vastese, non inquadrabile in un sistema estorsivo ai danni di esercenti. A tal proposito il territorio vastese è costantemente monitorato con una proficua attività di prevenzione dalla Polizia di Stato, la quale inoltre invita chiunque a denunciare immediatamente fatti illeciti di tal natura al fine di stroncare sul nascere attività estorsive ai danni dell’economia locale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi