Al “Mattei” 150 docenti da tutta Italia per il seminario nazionale di Avanguardie Educative - Formazione e innovazione
CHIUDI [X]
 
Vasto   Cultura 28/10

Al “Mattei” 150 docenti da tutta Italia per il seminario nazionale di Avanguardie Educative

Formazione e innovazione

C’è grande attesa per il seminario residenziale nazionale della rete di Avanguardie Educative, organizzato, nell’ambito del progetto “Processi di innovazione organizzativa e metodologica”, con l’obiettivo di diffondere sul territorio italiano idee innovative di trasformazione del modello educativo.

Il seminario si terrà il 28 e il 29 ottobre a Vasto, più specificatamente presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Mattei”, individuato dall’Indire quale Scuola Polo Regionale per il Movimento delle Avanguardie Educative.

“La vitalità dimostrata nel tempo e i processi di costante innovazione messi in atto dal ‘Mattei’ - spiega il dirigente scolastico Nino Fuiano - hanno determinato la scelta compiuta da Indire che, in quanto Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, è il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione nonché punto di riferimento per la ricerca educativa in Italia”.

Per due giorni, l’IIS “E. Mattei”, scuola abruzzese ‘ambasciatrice’ del Movimento delle Avanguardie Educative, ospiterà 150 insegnanti provenienti da tutta Italia, pronti ad investire in formazione e innovazione, sostenendo i processi di miglioramento della scuola italiana.

I lavori del seminario nazionale cominceranno lunedì 28 ottobre, alle ore 15, con gli interventi del direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Abruzzo, Antonella Tozza, del sindaco di Vasto, Francesco Menna, del referente scientifico di Avanguardie Educative e dirigente di ricerca Indire, Elisabetta Mughini, e del dirigente scolastico del “Mattei”, Nino Fuiano.

Si proseguirà con una tavola rotonda sul ruolo della scuola oggi tra innovazione didattica, competenza digitale e dimensione progettuale della vita. Interverranno: Alessandra La Marca, docente dell’Università di Palermo, Graziano Marcovecchio, presidente di Pilkington Italia, e Carlo Mariani, ricercatore di Indire. Nel tardo pomeriggio, tutti i partecipanti al seminario vastese si recheranno in visita a Palazzo d’Avalos per poi riprendere i lavori martedì 29 ottobre, alle ore 9, con i workshop di formazione, che proseguiranno per tutta la giornata.

“Innovare si può, innovare si deve! - precisa Fuiano - Noi siamo pronti, perché crediamo in una scuola che, nel custodire la memoria, sappia guardare oltre il confine, verso il futuro”.

Paola Cerella

 

 

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi