Riaperta la chiesa della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo di Torrebruna - Era chiusa dal marzo 2014
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Torrebruna   Attualità 27/10/2019

Riaperta la chiesa della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo di Torrebruna

Era chiusa dal marzo 2014

Ha riaperto i battenti oggi pomeriggio la chiesa della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo di Torrebruna per la quale nel 2017 furono stanziati 200mila euro dalla "riprogrammazione fondi Par-Fsc 2007-2013 (per ragioni di urgenza e criticità strutturali non più procrastinabili nel tempo, pena irrimediabili deterioramenti e/o cedimenti)" [LEGGI]. L'edificio di culto era chiuso da cinque anni e mezzo, dal marzo 2014.

Alla riapertura con dedicazione hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco Cristina Lella, mons. Claudio Palumbo (vescovo di Trivento) e l'ex presidente della giunta regionale e attuale senatore Luciano D'Alfonso

"Non sempre accade che le intenzioni realizzative di ricostruzione e di recupero di spazi sacri conoscano il ritmo dei progetti – ha detto D'Alfonso – Siamo davanti a un caso davvero interessante, quasi istruttivo. C'è bisogno di avere luoghi dove si impara la dignità della persona, la Chiesa ci insegna questo facendosi prima comunità e poi comunione. La chiesa ci consente quel patrimonio di vincoli e legami che ci permette di essere comunità; non c'è comunità in un centro commerciale. Qui riusciamo a mettere insieme, come diceva Ignazio Silone, il cielo stellato dentro di noi e il cielo stellato fuori di noi. Ringrazio anche il sindaco che ha saputo stimolare". 

Il 27 luglio scorso ha riaperto, invece, la chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Lentella; i fondi per quell'intervento arrivavano, invece, dal masterplan [LEGGI].

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi