Caduta di capelli, il Metodo Dottor Di Nardo "frutto di 40 anni di studio" - L’intervista al dottor Angelo Labrozzi
 

Caduta di capelli, il Metodo Dottor Di Nardo "frutto di 40 anni di studio"

L’intervista al dottor Angelo Labrozzi

Il dottor Angelo Labrozzi ha raccolto tanti anni di esperienza nel campo della cura della caduta dei capelli in un libro in cui illustra i dettagli del Metodo Dottor Di Nardo. 

In questo libro sono raccolte tutta una serie di indicazioni e riflessioni sul tema dei capelli, tema sul quale c’è molta confusione. Tutto quello raccontato in questo libro da dove trae origine?
Fondamentalmente arriva dalla mia esperienza, visto che da più di 40 anni studio e mi occupo di capelli. Mi sono interessato perché ero toccato in prima persona, destinato ad essere calvo a 20 anni e invece, fino ad ora, riesco a cavarmela bene. Potrei quindi parlare della mia storia di successo personale ma preferisco parlare dei successi degli altri. Per il mio lavoro ho sempre selezionato le fonti sulle quali studiare in base alle loro fondamenta scientifiche. “Scientificamente provato”, per chi non è del settore, vuol dire pubblicato su una rivista seria di settore, con un comitato scientifico serio e non con un solo lavoro ma diversi lavori per cui, alla fine, ognuno convalida l’altro. 

Il contrasto alla caduta dei capelli è un tema molto dibattuto, dove è stato detto tutto, dalla stregoneria a metodi approvati e scientifici. Il metodo di cura a cui lei è approdato perché funziona più di altri o perché è valido?
Prima di tutto bisogna specificare che funziona solo in alcuni tipi di cadute non patologiche. In quelle patologiche l’unica cosa da fare è rivolgersi al medico per poi sottoporsi alle dovute terapie. Ma, per fortuna, non tutte le cadute dei capelli rientrano in questo caso. Per i nostri casi esiste una via che non è certo quella di usare “sostanze magiche” che magari vengono sottoposte a test superficiali in paesi esteri. Questa via è basata su prove scientifiche che porta una forte incidenza di persone ad usare una serie di trattamenti e percorsi meno invasivi e impattanti che portano all’arresto della caduta dei capelli. C’è sola una condizione: quella di essere costanti nel fare il trattamento. Nella maggior parte delle volte è un problema di nutrimento, quindi la costanza nel dare i giusti “alimenti” è fondamentale per la riuscita del trattamento. 

Dopo tutti questi anni di studi, come siete arrivati ad un metodo di cura attraverso anche l’elaborazione di prodotti studiati e realizzati da voi?
Dopo 40 anni di lavoro in questo settore sono stato quasi costretto a intraprendere un percorso di produzione perché i prodotti in commercio seguono troppo una logica commerciale. Quindi chi produce integratori in quantità deve, per forza di cose, accontentare tutti facendo prodotti trasversali e non può realizzare un prodotto specifico e mirato per pochi singoli. Questo porta a problemi di formulazione perché obbliga ad inserire in un’unica capsula diverse sostanze in così minima parte che non sono poi utili ad ottenere dei risultati. In questi casi è anche difficile rispettare i parametri minimi di sostanze da inserire, indicati nelle tabelle della Comunità Europea. Noi invece, con il nostro integratore, siamo stati persino premiati dallo studio dell’Università di Chieti, come pochi produttori di integratori per capelli capaci di rispettare tutti questi parametri.  Sicuramente non è stato un percorso facile, abbiamo corretto anche degli errori ma oggi siamo arrivati a formulare ed avere dei prodotti come integratori, shampoo e una lozione per capelli efficaci e che rispettino i nostri parametri di specificità.

L'analisi del capelloMa nelle vostre farmacie vendete anche i prodotti delle altre aziende?
Certamente vendiamo anche quelli, anche perché non sono prodotti fatti male o inefficaci ma, lo sottolineo, non sono prodotti specifici per quel tipo di situazione. L’uso che facciamo dei nostri prodotti viene dopo un check-up dei capelli del paziente, cosa che non avviene comprando i prodotti in commercio. Le grandi aziende non hanno la possibilità di dare questo tipo di servizio quindi sono obbligati a mettere sugli scaffali un prodotto che va bene un po’ per tutti. Noi offriamo una garanzia sul nostro lavoro, quindi se la persona non è pienamente soddisfatta noi gli rimborsiamo quello che ha speso negli ultimi 30 giorni. Azione questa che oltre a differenziarci dagli altri, porta rispetto per il nostro lavoro sia per il nostro cliente. 

A chi vi rivolgete principalmente?
Al ragazzo giovane di 16 anni che inizia a perdere i capelli e che si trova impattato tutta la vita da questo problema a cui molti non sanno dare punti di riferimento. Il secondo tipo di cliente che andiamo ad aiutare è la donna di 40-50 anni dove le cause principali di questa caduta sono o lo stress o il mal nutrimento dei capelli dopo le gravidanze. 

Questo metodo è molto impegnativo per chi lo deve affrontare?
L’impegno richiesto è quello della costanza. Grazie allo screening riusciamo a capire se siamo in grado di intervenire aiutando il cliente o, nel caso contrario, siamo i primi ad indirizzare il paziente verso un medico specializzato. Una volta accertato che si rientra nei parametri l’unica cosa che devi fare per avere risultati è essere costante nel tuo impegno. Se, nonostante questo, non ci sono risultati, il cliente ha comunque la garanzia del rimborso. Questa garanzia è proprio perché noi crediamo nel nostro lavoro.

Visto il successo della cura, ma ancora per sole poche persone, non avete mai pensato di allargare il vostro target rivolgendovi a più persone con magari un prodotto più commerciale?
No perché non funzionerebbe. Il costo della cura comprende il tempo impiegato dagli esperti, l’uso di sostanze certificate come si può vedere nel certificato rilasciato ad ogni consumatore, e il fatto che fabbrichiamo i nostri prodotti artigianalmente e con cura. E poi c’è l’intervento dell’esperto prima della cura che ti aiuta a capire il tuo tipo di perdita. Tutto questo ci differenzia dagli altri. 

Il primo approccio alla cura è l’analisi, ma spesso chi ha questo tipo di problema ha difficoltà a rivolgersi a qualcuno e ammettere di avere questa patologia. Come si vince questa resistenza?
Sì, spesso incontriamo vergogna nell’ammettere il problema e anche scetticismo comune nel credere all’efficacia della cura. Rispettando profondamente la privacy del nostro cliente, l’esame lo eseguiamo in un ambiente privato all’interno della farmacia con un approccio friendly.

PER SAPERNE DI PIU' >>> CLICCA QUI

Farmacia Di Nardo Labrozzi
corso Garibaldi, 164 - San Salvo
Tel 3791981885

Farmacia Perrucci
Via Nicola Fabrizi, 138 – Pescara

 

informazione pubblicitaria

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi