Ladri nella chiesa di San Michele: rubato candeliere votivo con i soldi delle offerte - Il vice parroco, don Tommaso: "Manomesso anche un secondo candelabro"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 22/10/2019

Ladri nella chiesa di San Michele: rubato candeliere votivo con i soldi delle offerte

Il vice parroco, don Tommaso: "Manomesso anche un secondo candelabro"

Ladri in chiesa. Raid nella chiesa di San Michele Arcangelo, patrono di Vasto.

Mani ignote hanno arraffato un candeliere votivo elettrico contenente le offerte dei fedeli. È accaduto ieri, tra l'ora di pranzo e il primo pomeriggio, quando il vice parroco, don Tommaso, è entrato nel piccolo tempio che sorge nella parte alta della città e "ho visto - racconta a Zonalocale - che mancava un candeliere, mentre dal secondo erano state tolte le candele e staccato il cavo della corrente. Probabilmente, si preparavano a rubare anche quello. Hanno preso il candeliere perché dentro c'erano le monetine donate dai fedeli, ma si tratta di una piccola cifra". La chiesa attualmente è aperta per buona parte della giornata. "Ho dato disposizioni - racconta don Tommaso - di tenerla chiusa nel primo pomeriggio, quando è più facile che accadano dei furti".

Non è la prima volta che la parrocchia viene presa di mira dai ladri. Il 22 gennaio del 2018, infatti, i malviventi entrarono nella chiesa di Santa Maria del Sabato Santo, rubando alcune migliaia di euro che servivano a pagare dei lavori di manutenzione della struttura [LEGGI] [VIDEO]. 

Il parroco, don Antonio Totaro, in questi giorni è in pellegrinaggio in Terra Santa. Al suo ritorno, purtroppo, avrà una brutta sorpresa.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi