Rifiuti abbandonati per strada o gettati dall’auto: in pieno centro la fermata bus è una discarica - Inciviltà in piazza Verdi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 20/10/2019

Rifiuti abbandonati per strada o gettati dall’auto: in pieno centro la fermata bus è una discarica

Inciviltà in piazza Verdi

Vasto: immondizia abbandonata alla fermata bus di piazza VerdiIn mezzo alla strada c'è persino un melone tagliato in due e poi lanciato sull'asfalto. La fermata degli autobus di piazza Verdi usata come discarica in pieno centro di Vasto.

Le foto sono di ieri sera, scattate attorno alle 23. Sacchi pieni di pattume abbandonati attorno alla palina, altri a qualche metro di distanza, nel punto in cui finisce il marciapiede e inizia una recinzione privata. Qualcun altro, invece, la busta della spazzatura l'ha probabilmente lanciata dall'auto, tant'è che il sacco di plastica si è aperto, spargendo per strada l'immondizia domestica. 

Il codice dell'ambiente prevede, per l'abbandono illecito di rifiuti, multe da 300 a 3mila euro (nel caso di rifiuti di piccolissime dimensioni, come gomme da masticare e scontrini, da 30 a 150 euro, sanzione raddoppiata nel caso dei mozziconi) e l'obbligo di rimuovere la spazzatura, ripristinando lo stato dei luoghi. La creazione, invece, di discariche abusive è un illecito penale.

In passato, nei punti in cui spesso si formavano discariche abusive, la polizia locale ha sistemato le fototrappole: videocamere che filmavano gli inquinatori per metterli di fronte alla prova del danno ambientale arrecato.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi