"Negli ultimi trent’anni non avevamo mai visto il cimitero ridotto così male" - La polemica di Laudazi, Suriani, Giangiacomo, Prospero e d’Elisa
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 20/10/2019

"Negli ultimi trent’anni non avevamo mai visto il cimitero ridotto così male"

La polemica di Laudazi, Suriani, Giangiacomo, Prospero e d’Elisa

Loculi in costruzione nel cimitero di Vasto"Negli ultimi trenta anni non lo avevamo mai visto ridotto cosi male il cimitero di Vasto. Senza acqua, con i bagni fuori servizio, con rifiuti di fiori rinsecchiti nella sala dell’obitorio e dell’estremo saluto, dove erano in attesa di essere tumulate alcune salme alla presenza dei familiari affranto". 

I consiglieri comunali Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro), Vincenzo Suriani (Fratelli d'Italia), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Francesco Prospero (Fratelli d'Italia) e Alessandro d'Elisa (gruppo misto) puntano il dito contro l'ammistrazione comunale di centro sinistra sulla manutenzione del camposanto.

"Ci è venuto - scrivono in un comunicato congiunto - un dubbio atroce ed abbiamo fatto un giro tra le per guardarci attorno. Abbiamo riscontrato una situazione davvero incresciosa e irrispettosa della sacralità del luogo. Dappertutto ci sono erbacce
incolte, aiuole non curate, camminamenti brecciati ricoperti da vegetazione spontanea, i vialetti sconnessi, sporcizia e detriti sparsi alla rinfusa: uno stato di incuria ed abbandono totale. Abbiamo avuto modo di osservare anche numerosi cavi elettrici pericolosamente penzolanti e non protetti lungo i muri perimetrali, mentre il cantiere per la costruzione dei nuovi loculi, che molti vastesi stanno aspettando, appare fermo da parecchio tempo senza nessuna spiegazione. Ma dove siamo finiti, se la sensibilità degli amministratori non ha rispetto nemmeno per la memoria dei propri defunti? Un luogo di silenzio e di rimpianto trattato e ridotto come una discarica nella indifferenza generale di chi governa Vasto. Tra una decina di giorni ci sono le ricorrenze novembrine riservate alle onoranze dei defunti. Se non si interviene immediatamente per sistemare la incresciosa situazione, evidente agli occhi di tutti i cittadini, annunciamo fin da ora proteste clamorose".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi