Erasmus Plus: alunni di Portogallo, Polonia, Romania e Turchia a San Salvo - Ospitati dall’Istituto Comprensivo 1
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 19/10/2019

Erasmus Plus: alunni di Portogallo, Polonia, Romania e Turchia a San Salvo

Ospitati dall’Istituto Comprensivo 1

L'Istituto Comprensivo n.1 di San Salvo in questi giorni ospita il secondo meeting internazionale dell’anno dell'Erasmus Plus dopo quello dello scorso settembre, dedicato all’inclusione. Il nome del progetto è Pleasant schools by web 2.0 tools.

Le delegazioni dei quattro Paesi partner (Portogallo, Polonia, Romania e Turchia), costituite da due docenti e quattro/sei alunni di età compresa tra i sette e i tredici anni, sono giunte a San Salvo lunedì sera e stanno trascorrendo la settimana tra seminari formativi, laboratori creativi e visite guidate nel territorio. 

"Aiutati dai loro docenti e da esperti esterni – spiega l'Istituto Comprensivo 1 "Salvo D'Acquisto" – i bambini si stanno confrontando sui temi dell’uso consapevole del web, dei pericoli e delle opportunità che esso offre, mentre i docenti scambiano buone pratiche sull’uso della tecnologia nella didattica. Dopo una visita alla scuola dell’Infanzia di via Firenze, le attività si stanno svolgendo prevalentemente nei plessi della scuola Secondaria e della Primaria di via De Vito. Giovedì scorso, le delegazioni si sono anche recate in Comune dove sono state ricevute dal Sindaco Tiziana Magnacca per un saluto istituzionale".

"I progetti Erasmus sono delle occasioni straordinarie per aprire la scuola al mondo – afferma la dirigente scolastica Annarosa Costantini – per viaggiare e conoscere realtà diverse e diversi modi di fare scuola, per far nascere nuove amicizie,  per coltivare lo spirito, l'idea e il senso di appartenenza all’Europa, anche mediante il confronto con culture molto diverse e distanti dalla nostra".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi