Ferrari rubata a Vasto: recuperata a San Severo dopo l’inseguimento sulla ss16 - I ladri, braccati dalla polizia, hanno abbandonato l’auto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 18/10/2019

Ferrari rubata a Vasto: recuperata a San Severo dopo l’inseguimento sulla ss16

I ladri, braccati dalla polizia, hanno abbandonato l’auto

È stata recuperata a San Severo, dopo un lungo inseguimento a tutta velocità, la Ferrari 458 Italia rubata due sere fa a Vasto. L'auto, parcheggiata nel centro cittadino, era finita nel mirino dei ladri che, dopo averla messa in moto, si sono diretti verso sud.

Il proprietario della vettura si è però accorto del furto poco dopo dando l'allarme alle forze dell'ordine. In particolare sono stati allertati dalla sala operativa gli agenti del commissariato di polizia di San Severo, impegnati servizio di prevenzione e controllo del territorio per contrastare i reati predatori.

Infatti "il GPS indicava, tramite le coordinate, che l’auto oggetto di furto stava transitando sulla SS16 direzione San Severo - spiega una nota della polizia- . Gli agenti si appostavano in un’area di servizio in attesa che l’auto sopraggiungesse; infatti, dopo una breve attesa, riprendevano la SS 16 e venivano superati dalla Ferrari". 

Iniziava così l’inseguimento a tutta velocità che si concludeva quando la stessa faceva perdere le tracce, in corrispondenza della rotonda di Castelnuovo. I poliziotti continuavano le ricerche, perlustrando tutta la zona finché in via Andria rinvenivano la vettura abbandonata dal conducente, con il motore ancora molto caldo".

La Ferrari è stata così recuperata e portata in commissariato, dove il proprietario si è recato per recuperarla. Le forze dell'ordine stanno svolgendo anche ulteriori indagini per risalire agli autori del furto.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi