Asl, conti in rosso: "Perdita da 32 milioni". Verì: "Il bilancio peggiore di tutta la regione" - Schael, dg dell’azienda sanitaria: "Il 75% delle attrezzature ha oltre 9 anni"
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 17/10/2019

Asl, conti in rosso: "Perdita da 32 milioni". Verì: "Il bilancio peggiore di tutta la regione"

Schael, dg dell’azienda sanitaria: "Il 75% delle attrezzature ha oltre 9 anni"

Da sinistra Thomas Schael, Nicoletta Verì e Nicola Campitelli oggi in conferenza stampa all'ospedale di VastoProfondo rosso nei conti della Asl Lanciano-Vasto-Chieti. "L'azienda finirà l'anno tendenzialmente con 32 milioni 750 mila euro di perdita": conti alla mano, Thomas Schael dipinge la situazione economica di un'azienda sanitaria che "dal 2015 non investe: dei 18000 elettromedicali in dotazione, il 75% ha più di 9 anni di età, invece dovrebbero essere sostituiti dopo 5-7 anni". 

"Abbiamo ereditato un deficit notevole", aveva premesso pochi minuti prima l'assessora regionale alla Sanità, Nicoletta Verì. "Dal punto di vista economico, questa azienda è la peggiore della regione. Nonostante questo, stiamo facendo un investimento importante nell'attrezzatura che servirà come base per averne altre in futuro". 

Assunzioni - "Stiamo riorganizzando i Cup di primo e secondo livello", sottolinea la titolare della delega alla Sanità della Giunta Marsilio. "Il nostro lavoro è stato finalizzato a riportare la possibilità di assumere. A prescindere dai numeri già stabiliti", 598 assunzioni in 3 anni nelle strutture della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, "si possono sostituire tutti coloro che andranno in quiescenza". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi