Vertice per la Sam in Regione: la Denso apre a una trattativa, ma la strada è in salita - Da verificare disponibilità capannoni
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 15/10/2019

Vertice per la Sam in Regione: la Denso apre a una trattativa, ma la strada è in salita

Da verificare disponibilità capannoni

Gli ex lavoratori Sam davanti i cancelli della Denso"Lieve ottimismo", così i sindacati giudicano l'esito dell'incontro di stamattina in Regione all'assessorato delle Attività produttive per la Sam di San Salvo. Al vertice hanno preso parte l'assessore regionale Mauro Febbo, il sindaco Tiziana Magnacca e i rappresentanti della Denso

L'ottimismo deriva dalla disponibilità della multinazionale ad aprire un tavolo con eventuali altri imprenditori interessati per dar loro la produzione alle stesse condizioni; "Ovviamente la Denso si riferisce a imprenditori o società certificati che rispondano ai prorpi requisiti", commenta Massimiliano Recinella della Cisl. 

La cautela sta nello stesso motivo: la strada è in salita. Le ultime puntate della vicenda scoppiata ad aprile raccontano di un capannone svuotato, con i macchinari portati in parte nei magazzini Denso (quelli di proprietà della multinazionale, LEGGI) e in parte altrove [LEGGI].
Il sindaco Magnacca si è detto disponibile a verificare la proprietà dell'attuale capannone. Di ritorno dalla sede della Regione, i sindacati incontreranno i lavoratori davanti ai cancelli.
Le parti torneranno a incontrarsi il prossimo 29 ottobre.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi