Dall’incontro in Confindustria uno spiraglio per la Cbi: cessione a un’altra società - Riunione giudicata positivamente dai sindacati
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Gissi   Attualità 09/10/2019

Dall’incontro in Confindustria uno spiraglio per la Cbi: cessione a un’altra società

Riunione giudicata positivamente dai sindacati

L'assemblea nella sede della CgilSi apre uno spiraglio nella vertenza della Cbi di Gissi. L'incontro tra rappresentanti sindacali e società è terminato poco dopo le 16 con un verbale di mancato accordo tra le parti. La novità più importante è la disponibilità di un altro imprenditore a rilevare la fabbrica conservando i posti di lavoro e il portfolio di clienti in modo da assicurare una continuità produttiva al sito.

La trattativa tra l'attuale proprietà e l'eventuale futura è ancora in fase embrionale, ma la Cbi avrebbe sottoscritto già una lettera di intenti. La società per concludere l'operazione ha chiesto una ventina giorni che scadranno a ridosso dei licenziamenti (metà novembre). Quanti (tutti o una parte? oggi ne sono 31) e quali lavoratori è ancora da stabilire. Pare che la Cbi abbia deciso di rinunciare a questo ramo aziendale.

Davanti la sede vastese di Confindustria presenti anche gli operai poi spostatisi nella saletta Cgil dove è stato fatto il punto.

I sindacati rappresentati da Carmine Torricella (Cigl) e Angelo Angelucci (Cisl) e dalle rsu (nelle interviste: Benito Aquilano, Francesco Porreca, Alen Nanni) hanno valutato positivamente l'esito dell'incontro. In questi due giorni le maestranze hanno incrociato le braccia, ora sarà valutato come e se procedere nella mobilitazione.

Guarda il video

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - Vertenza Cbi, si apre uno spiraglio

Le interviste ai rappresentanti RSU dello stabilimento Cbi di Gissi 
Servizio di Antonino Dolce - Immagini e montaggio di Nicola Cinquina



 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi