"Educare è… Riflessi del tempo che cambia", un convegno sui temi dell’educazione - Appuntamento l’11 ottobre al teatro Madonna dell’Asilo
 
Vasto   Eventi 08/10

"Educare è… Riflessi del tempo che cambia", un convegno sui temi dell’educazione

Appuntamento l’11 ottobre al teatro Madonna dell’Asilo

Il Lions Club Vasto Host, in collaborazione con la Scuola “Madonna dell’Asilo” e il patrocinio dell’Ordine degli Psicologi d’Abruzzo organizza l’incontro sul tema “Educare è…Riflessi del tempo che cambia”.

Diversi i relatori che si alterneranno il giorno 11 ottobre dalle 16.00 alle 20.00 presso il teatro “Madonna dell’Asilo” a Vasto, per riflettere sulla "questione educativa", spesso presentata come un'emergenza, in un mondo che fa della virtualità e della competizione aspetti essenziali nelle relazioni, anche quotidiane.

Questi sono i motivi che hanno spinto gli organizzatori a voler riflettere ad ampio raggio sul tema dell’educare, invitando genitori, educatori, insegnanti e tutti quelli che a vario titolo si interessano delle giovani generazioni.

Dopo un saluto delle Autorità presenti e del Presidente del Lions Club Vasto Host, l’Ing. Piero Uva, il programma prevede gli interventi di
- Dott. Tancredi Di Iullo, Presidente dell’Ordine degli Psicologi d’Abruzzo, che introdurrà il tema;
- Leo Castiglione - Sindaco con delega alle Politiche Sociali del Comune di Ortona;
- Prof.ssa Teresa Maria Di Santo - Presidente Associazione Emilyabruzzo (S.A.V.E.)
- Dott. Angelo Marzella - Presidente del Consiglio d’Istituto del Comprensivo “G. Rossetti”
- Don Gigi Giovannoni - SDB Fondatore Comunità Soggiorno Proposta di Ortona.

Modera il Dott. Luigi Gileno, psicologo e psicoterapeuta, che da svariati anni si occupa delle criticità riguardanti l’età evolutiva, e che afferma  che “l’educazione è anche una questione di cuore. Sono, ormai, tanti gli studi secondo cui alla base del successo o dell’insuccesso scolastico e poi professionale, ci siano dinamiche ansiose legate all’ambito degli apprendimenti, alcune forme di disagio sociale e problematiche relative all’autostima o all’insicurezza, ci sono le prime esperienze di apprendimento, influenzate da variabili affettive e motivazionali. Educare all’interno di una relazione educativa emotiva e positiva, significa avere un caregiver (cioè colui o colei che si occupa e si preoccupa della crescita dell’individuo) che funge da contenitore di pensieri, di vissuti e di emozioni, che accoglie, ascolta, comprende e restituisce al ragazzo la vita in modo comprensibile ed accettabile".

Questo ed altro ancora verrà affrontato nel convegno, avendo a disposizione i diversi punti di vista dei relatori. L’incontro è aperto e non c’è necessità di iscrizione. Gli insegnanti potranno iscriversi anche sulla piattaforma ministeriale “Sofia” (Il codice di iscrizione è 35734).

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi