Studenti in piazza per il clima: 5 punti da rispettare con l’Impegno dei Barbacani - A Vasto la manifestazione promossa da cinque studentesse
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 27/09/2019

Studenti in piazza per il clima: 5 punti da rispettare con l’Impegno dei Barbacani

A Vasto la manifestazione promossa da cinque studentesse

Cartelli, slogan, canzoni e letture. Centinaia di studenti vastesi hanno vissuto così, in piazza Barbacani, il terzo sciopero globale promosso dal movimento Fridays for Future. Una giornata in cui riflettere sui temi dell'ambiente e assumere impegni concreti per preservare il pianeta. Promotrici dell'iniziativa vastese sono state cinque studentesse del liceo scientifico che hanno coinvolto i loro coetanei delle scuole superiori e medie della città ma anche diversi adulti che hanno preso parte alla giornata.

Tanti studenti hanno preso la parola durante il sit-in in piazza, poi gli interventi di Nicolas Tomeo, dell'assessore all'ambiente Paola Cianci, di Alessia Felizzi, responsabile della Riserva di Punta Aderci, di Giuseppe Di Marco, presidente di Legambiente Abruzzo e del sindaco Francesco Menna. A lui e agli altri assessori i ragazzi hanno chiesto un incontro per presentare le loro proposte da affrontare a livello cittadino.

E poi, mentre era in corso la realizzazione di una installazione che simboleggia il mare invaso dalle plastiche, le studentesse hanno presentato un documento - chiamato l'Impegno dei Barbacani ricordando il luogo della manifestazione - che rappresenta un primo passo nell'assunzione di impegni reali e concreti da parte degli studenti e che verrà diffuso in tutte le scuole della città.

Impegno dei Barbacani
1 - Adoperarsi immediatamente affinchè ogni scuola di Vasto raggiunga la piena autonomia nella gestione (accensione e spegnimento) del proprio impianto di riscaldamento in modo da evitare la follia che si immettono nell’atmosfera e, per non morire di caldo, si aprono le finestre delle aule;
2 - Ottenere, anche attraverso l’utilizzo del fondo “contributi volontari”, che tutti i termosifoni della scuola abbiano installate valvole termostatiche in modo che ogni singola aula abbia una propria autonomia termica;
3 - Badare di usare, nelle aule, l’illuminazione artificiale solo quando necessario e spegnere l’interruttore ogni volta che si esce per recarsi in palestra o nei laboratori;
4 - Fare la raccolta differenziata con serietà e senso di responsabilità chiedendo nuovi cestini porta rifiuti per ogni aula e nuovi “carrelli” per i collaboratori scolastici;
5-  Segnalare immediatamente ai rappresentanti d’istituto ogni perdita d’acqua, seppur lieve, dai rubinetti della scuola o dai bagni.

Foto e video in collaborazione con Roberto Larivera, Francesco Di Candilo e Domenico De Crecchio.

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - Fridays for future - Le voci dei protagonisti

Le immagini della manifestazione e l'intervista alle studentesse promotrici | A cura di Giuseppe Ritucci

Video - Vasto - Lo sciopero per il clima

La manifestazione organizzata dagli studenti in piazza Barbacani



 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi