Stop al fumo nei locali della Asl, il direttore Schael ribadisce il divieto per dipendenti e utenti - Accolta la segnalazione di Cittadinanzattiva
 
Vasto   Ambiente 20/09

Stop al fumo nei locali della Asl, il direttore Schael ribadisce il divieto per dipendenti e utenti

Accolta la segnalazione di Cittadinanzattiva

Vietato fumare nei luoghi sanitari Tra le tante battaglie difficili da vincere in Italia, c'è ancora quella contro il fumo. Verrebbe infatti spontaneo pensare che, nei luoghi pubblici, specialmente quelli a fini sanitari, siano abolite le sigarette, elettroniche e non, sia nelle zone interne che in quelle esterne adicenti agli edifici. Invece, purtroppo, non è sempre così. Se n’è subito accorto il nuovo direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael. Dopo aver ricevuto una segnalazione da Cittadinanzattiva - Tribunale del malato, l’ha subito verificata con i propri occhi.

Il manager ha così deciso di inviare una circolare a tutte le unità operative aziendali ribadendo il divieto di fumo o di utilizzo delle sigarette elettroniche nei locali aziendali e nelle pertinenze esterne, come ad esempio aree limitrofe agli accessi e percorsi sanitari di collegamento, coorti e cortili interni, balconi, terrazzi, scale antincendio. In tal senso ha chiesto il rispetto della procedura aziendale di regolamentazione antifumo e delle leggi che, tra l’altro, vietano di gettare mozziconi di sigaretta a terra.

Nella circolare Schael tiene a sottolineare inoltre che, «oltre alle pene pecuniarie previste per tutti i trasgressori (da 27,50 a 275 euro, raddoppiate qualora la violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a 12 anni di età), la Asl potrà adottare specifici procedimenti disciplinari nei confronti dei dipendenti che contravvengono alle disposizioni antifumo».

La circolare può essere consultata a questo link.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi